I primi giapponesi erano cinesi: decodificato il Dna di una donna vissuta tremila anni fa

Anticamente i giapponesi erano cinesi: è quanto emerso della prima decodifica del DNA di una donna appartenente alla popolazione Jomon

MeteoWeb

Anticamente i giapponesi erano cinesi. E’ quanto emerso della prima decodifica del DNA di una donna appartenente alla popolazione Jomon, la prima che si sappia aver abitato l’Arcipelago nipponico. Lo Studio è stato pubblicato sul bollettino della Società antropologica del Giappone, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Jiji. I risultati dell’analisi genetica su i resti della donna jomon di 3.800-3.500 anni fa suggeriscono che le popolazioni Jomon e quelle Han avessero un comune antenato. La linea genetica tra i due si sarebbe divisa tra 38mila e 18mila anni fa.

Il gruppo di ricerca, guidato da Hideaki Kanzawa e Naruya Saito, ha campionato DNA proveniente dai molari scoperti nel di donna rinvenuto sull’isola Rebun, in Hokkaido. L’analisi ha anche dimostrato che esiste una linea di parentela con le popolazioni che abitavano l’Estremo oriente russo e quelle indigene di Taiwan, arrivate attraverso la Penisola coreana.