Maltempo Emilia-Romagna, Legambiente: emergenza climatica altissima

Per Legambiente, gli ultimi accadimenti devono portare a una maggiore consapevolezza sulla fragilità del territorio

MeteoWeb

Legambiente si sofferma sugli ultimi episodi di maltempo in EmiliaRomagna, evidenziando come l’emergenza climatica e idraulica nella regione sia ormai altissima: le principali alluvioni che hanno colpito il territorio nell’ultimo decennio mostrano come sia estremamente fragile e ad alto rischio.
In passato, spiega Legambiente, si è parlato “di eventi con portate idriche anomale o mai registrate prima. Tuttavia la frequenza è tale che ormai occorre interrogarsi sul significato del termine ‘eventi estremi’, dato che quella che si registra sembra piuttosto una situazione di normalità con cui bisognerà convivere. Ai danni di natura fluviale andrebbero poi sommati gli eventi di mareggiata che sempre più flagellano la costa“. Per Legambiente, gli ultimi accadimenti devono portare a una maggiore consapevolezza sulla fragilità del territorio e soprattutto sull’urgenza di correre ai ripari.
Per evitare che il rischio idrogeologico diventi la normalità, sono 3 le azioni non rimandabili secondo Legambiente: accelerare nella lotta ai cambiamenti climatici per evitare che la situazione peggiori; agire con investimenti adeguati in tutela del territorio e prevenzione; “prendere atto che la salvaguardia dalle alluvioni non può avvenire solo con la costruzione di nuove opere artificiali lungo i fiumi come fatto fino a oggi, in una stagione di pianificazione miope“.