Meteo, le Previsioni dell’Aeronautica Militare: weekend di maltempo con temporali da Nord a Sud, domani forti venti tra Sicilia e Calabria

Inizia un altro weekend di maltempo sull'Italia, l'ennesimo di questo maggio anomalo: forti temporali colpiranno il Paese da Nord a Sud nelle prossime ore. Le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica Militare

MeteoWeb

Anche l’ultimo weekend di maggio sarà contrassegnato dal maltempo sull’Italia, a conferma dell’anomalia del mese sul nostro Paese in questo 2019. Oggi, sabato 25 maggio, i temporali si concentreranno principalmente al Centro-Nord, mentre al Sud ci saranno piogge o rovesci sparsi. Domani, invece, i temporali si estenderanno anche alle regioni meridionali e saranno accompagnati anche da forti raffiche di burrasca tra Sicilia e Calabria. Ecco le previsioni del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare che dalle 06.00UTC alle 24UTC di oggi sull’Italia prevede:

Nord:
– cielo in genere nuvoloso sul settore, con nubi più consistenti sul settore alpino e maggiori aperture su Emilia Romagna e Liguria. Le precipitazioni, localmente temporalesche, da sparse a diffuse sui settori alpini interesseranno in forma isolata nella prima parte del giorno le restanti aree del Nord. Nel pomeriggio i fenomeni, sempre localmente temporaleschi, diverranno sparsi su tutto il settore mentre dalla sera tenderanno a terminare su Liguria, Emilia-Romagna, veneto e Friuli-Venezia Giulia.

Centro e Sardegna:
– al mattino generalmente velato su tutto il Centro, ma con nubi più consistenti sulla Sardegna e maggiori aperture sulle regioni adriatiche. Sull’isola le prime piogge soprattutto sulla parte meridionale. La nuvolosità tenderà ad intensificarsi su tutto il settore nel corso del giorno. Le nubi cumuliformi lungo l’area appenninica nelle ore centrali del giorno saranno associate a rovesci o isolati temporali. Dal pomeriggio intensificazione delle precipitazioni sulla Sardegna orientale, mentre dalla serata le deboli piogge sul settore costiero tirrenico tenderanno a divenire diffuse in nottata su tutto il Lazio e a carattere sparso sul resto del Centro.

Meteo, forte maltempo nel weekend: ciclone tra Sardegna e Sicilia, violenti temporali da Nord a Sud [MAPPE]

Sud e Sicilia:
– al mattino estesa nuvolosità medio-alta sulla Sicilia con piogge o rovesci sparsi; estese e spesse velature sul resto del Meridione. Dalla serata parziale attenuazione dei fenomeni sull’isola, ed estensione delle nubi medio-alte sul settore peninsulare, con piogge o rovesci sparsi che interesseranno il settore tirrenico nel corso della notte.

Temperature:
– minime stazionarie sulla Pianura Padana centro-orientale e sul Lazio centro-settentrionale, in aumento altrove, più marcato sulla Sicilia;
– massime in calo al Nord e isole maggiori, stazionarie sulle restanti zone.

Venti:
– moderati sud-orientali sulle due isole maggiori;
– deboli variabili o di scirocco sul resto del Paese.

Mari:
– da mossi a molto mossi il Tirreno meridionale parte ovest e lo Stretto di Sicilia;
– mossi il Mare e Canale di Sardegna;
– poco mossi restanti mari.

Tempo previsto sull’Italia per domani domenica 26 maggio

Nord:
– molte nubi compatte al Nord-Ovest, Lombardia, Emilia-Romagna e sulle aree alpine e prealpine del Triveneto con associati rovesci o temporali, più diffusi e frequenti sulle relative zone centro-occidentali.
– estesa nuvolosità medio-alta altrove, ma con ulteriori nubi più significative da fine giornata che saranno in grado di produrre locali, deboli fenomeni; sempre dalla sera, invece, attesa una riduzione delle precipitazioni sulle restanti zone delle regioni alpine.

Centro e Sardegna:
– cielo molto nuvoloso o coperto con fenomeni convettivi diffusi, localmente anche intensi sulla Sardegna centro-orientale.

Sud e Sicilia:
– estesa copertura su tutto il settore con precipitazioni sempre più diffuse, localmente a carattere di rovescio o temporale su Sicilia e Calabria.

Temperature:
– minime in lieve flessione sulle aree alpine centro-occidentali; in rialzo su Romagna, regioni tirreniche peninsulari e sulla Puglia; senza variazioni di rilievo altrove;
– massime in sensibile diminuzione su basso Piemonte, Emilia-Romagna, Sardegna, Centro-Sud peninsulare e sulla Sicilia orientale; in lieve aumento su Trentino-Alto Adige, nord Veneto, Friuli-Venezia Giulia e sul restante territorio siciliano; pressoché stazionarie altrove.

Venti:
– deboli variabili sulle aree alpine.

– dai quadranti orientali sul resto del Paese:
forti con raffiche di burrasca su Sicilia e Calabria; moderati su Sardegna e restante Meridione e generalmente deboli altrove.

Mari:
– da molto mossi a localmente agitati il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia
– molto mossi il Tirreno e Ionio centromeridionali;
– da mosso a localmente molto mosso l’Adriatico centrale;
– generalmente mossi i restanti mari.