Quali sono gli oggetti più sporchi? Li usiamo tutti i giorni e sono insospettabili ricettacoli di dannosi microbi

Ecco quali sono gli oggetti più sporchi: li tocchiamo tutti i giorni e dopo, spesso, non laviamo le mani

MeteoWeb

Lavarsi le mani, per molti, è un gesto quasi automatico. Spesso lo facciamo senza nemmeno pensarci, oppure a volte lo trascuriamo.  C’è chi è germofobico e chi invece da poca importanza alla pulizia delle mani. Quel che è certo è che lavarsi le mani non è solo un importante consiglio da dare ai bambini: dovremmo farlo tutti e spesso. Ci sono degli oggetti, in particolare, che sono un vero e proprio ‘regno dei germi‘, dopo aver toccato i quali è opportuno lavarsi bene e immediatamente le mani.

Secondo uno studio dei Centers for Disease Control and Prevention centri per la prevenzione e il controllo delle malattie in America – è molto importante lavarsi le mani dopo aver maneggiato i seguenti oggetti:

  • Soldi: sulla loro superficie banchettano e vivono migliaia di microrganismi di vario genere, fra cui DNA animale, virus e patogeni come la salmonella .
  • Tastiere del pc: è stato calcolato che vi possono risiedere fino a 400 microbi in più rispetto alla tavoletta del bagno.
  • Carrelli del supermercato: sui manici è spesso presente l’E.Coli.
  • Pomello della porta del bagno: nei bagni pubblici meglio abbassate la maniglia con il gomito o spingere la porta con il braccio.
  • smartphoneCellulari: sono ricettacolo di batteri e andrebbero igienizzati spesso.
  • Spugne per lavare i piatti: in genere contengono un numero altissimo di Coliformi (batteri fecali).
  • Menù del ristorante: è uno degli oggetti più sporchi con i suoi 185.000 batteri.