Fa l’esame della patente al posto di un altro ma viene bocciato: smascherato truffatore seriale

L'uomo è solito presentarsi con documenti reali, ma falsificati con l'apposizione delle sue fotografie: l'arresto è stato convalidato ma è stato rimesso in libertà

MeteoWeb

E’ accusato di essersi sostituito ad un candidato all’esame per la patente (che comunque non ha superato) presso la motorizzazione di Terni, esibendo la carta d’identità e il permesso di soggiorno di un nigeriano ventisettenne residente in provincia, entrambi falsificati: per questo un trentunenne originario del Ghana è stato arrestato (e poi rimesso in libertà dopo la convalida) dalla polizia stradale nell’ambito di un’indagine che ha coinvolto anche altre sezioni della polstrada.

L’uomo era tenuto sotto osservazione e al termine della prova è stato bloccato dagli agenti insieme ad un altro straniero, poi risultato il nigeriano. Alla richiesta dei documenti, mentre quest’ultimo ha fornito i dati personali, il ghanese si è’ dato alla fuga ma è stato bloccato. Una volta in questura, il nigeriano, incensurato, è stato rilasciato.

L’altro straniero è risultato invece già noto alle forze di polizia in quanto ritenuto dedito a sostituirsi ai reali candidati degli esami della patente in varie città italiane. Il trentunenne – secondo gli investigatori – è solito presentarsi con documenti reali (riportanti i dati anagrafici di persone esistenti) ma falsificati con l’apposizione delle sue fotografie. L’arresto è stato convalidato e il trentunenne è stato rimesso in libertà con divieto di ritorno a Terni. E’ al vaglio degli investigatori anche la posizione del nigeriano che – ritiene la polizia stradale – ha consapevolmente consegnato il suo documento di identità.