Terremoti: controllati tramite due satelliti 40mila edifici scolastici italiani

Due satelliti controllano costantemente ogni movimento degli edifici scolastici: si potrà comunicare in via preventiva un possibile terremoto

MeteoWeb

Con l’Agenzia Spaziale Italiana e con il CNR abbiamo messo a punto un sistema di calcolo: utilizzando due satelliti italiani, che diventeranno presto quattro, che fotografano ogni quindici giorni i 40 mila edifici scolastici italiani“.

Queste le parole del ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, durante la riunione con i sindaci marchigiani dell’area del cratere, a margine della sua visita odierna ad Ascoli Piceno.

Il sistema messo a punto permetterebbe di misurare “lo spostamento di frazione di millimetro dell’edificio” ha spiegato il ministro, e “qualora ci fosse uno spostamento di un edificio, tra breve saremo in grado di comunicarlo immediatamente, anche in via preventiva perché potrebbe esserci qualche problema capace di minare la struttura“.

Bussetti ha sottolineato la necessità che le scuole si dotino della “la dichiarazione della valutazione dei rischi” e che rispettino la normativaper quanto riguarda gli aspetti della sicurezza“. Quello della sicurezza nelle scuole ha concluso “è un obiettivo che dobbiamo raggiungere velocemente“.