Auto: arriva il primo airbag esterno per proteggere i passeggeri dai pericolosi impatti laterali [VIDEO]

Il fornitore tedesco ZF ha presentato una novità mondiale per quanto riguarda la sicurezza dei veicoli: un sistema di airbag esterno per ridurre notevolmente le forze associate agli incidenti con impatti laterali. Ecco come funziona

MeteoWeb

Le case automobilistiche hanno virtualmente coperto ogni centimetro quadrato dell’interno di un veicolo con la protezione degli airbag, quindi per la sua ultima tecnologia in materia, il fornitore tedesco ZF ha pensato fuori dagli schemi. ZF ha, infatti, presentato una novità mondiale per quanto riguarda la sicurezza dei veicoli: un sistema di airbag esterno per ridurre notevolmente le forze associate agli incidenti con impatti laterali.

La maggior parte delle nuove auto e dei nuovi SUV è dotata di airbag montati nei sedili anteriori per contribuire a proteggere i passeggeri dalle ferite al busto nelle collisioni laterali e di airbag laterali per proteggere la testa. Il sistema di ZF, invece, utilizzerà sensori avanzati, come telecamere, radar e lidar, e algoritmi e unità di controllo per valutare se un impatto è imminente. I sensori comunicheranno anche con i sistemi di sicurezza all’interno del veicolo, per esempio regolando le cinture per un impatto laterale. Se un incidente è considerato inevitabile, l’airbag esterno si spalancherà in circa 150 millisecondi prima ancora che si verifichi il sinistro. In un battito di ciglia insomma, come potete vedere nel video in fondo all’articolo su una dimostrazione di impatto con una “auto fantasma”.

Svolta storica per le auto: ecco il primo pneumatico senza aria [FOTO e DETTAGLI]

airbag esterno
Credit: ZF

L’airbag esterno sarà circa 5-8 volte più grande di quello laterale del conducente (a seconda del veicolo) e si gonfierà dal battitacco dell’auto, sotto gli sportelli. L’idea è quella di offrire un’ulteriore zona di deformazione progressiva lungo il veicolo per assorbire meglio l’energia dell’incidente. L’azienda dichiara che gli airbag esterni potrebbero ridurre la penetrazione in un veicolo in collisione fino al 30% e ridurre le ferite gravi o fatali fino al 40%.

Non si sa ancora quando il sistema sarà disponibile, in quali veicoli potrebbe essere offerto e quanto peserà sul costo di un determinato modello, ma è senza dubbio una situazione da tenere sotto controllo.