Il caldo africano abbatte numerosi record in Francia: +42° a Grospierres, oggi a rischio il primato assoluto del Paese [DATI]

Crollano record su record in Francia a causa dell'ondata di caldo africano che oggi potrà determinare addirittura temperature di +45°C, mettendo a rischio il record assoluto del Paese. Dati

MeteoWeb

L’ondata di caldo africano sta buttando giù record su record in Francia, tanto che non aveva mai fatto così caldo in un giorno di giugno nel Paese. Mentre l’Esagono subisce gli effetti del caldo estremo, diversi record, compresi molti relativi alla terribile ondata di caldo del 2003, sono crollati nella giornata di ieri, giovedì 27 giugno. Lo conferma anche il picco di consumazione elettrica estiva raggiunto ieri con 59.436 megawatt (per avere un’idea, la Francia in inverno aveva conosciuto un picco di 83.000 megawatt il 18 gennaio).

La media delle temperature massime su tutto il territorio ha battuto dei record. Nella giornata di mercoledì era di +35°C, battendo il record precedente di +34,3°C risalente al 30 giugno 1952. Ma questo nuovo record non ha resistito molto, superato subito dai +35,7°C di ieri. Sempre ieri, Météo France ha registrato un record di caldo per il mese di giugno nel Paese, con +41,9°C nel Gard e poi i +42°C misurati a Grospierres, nell’Ardeche. Il record precedente risaliva al 21 giugno 2003 con i +41,5°C di Lézignan-Corbières, nell’Aude.

caldo europa franciaOltre ai record nazionali, sono stati battuti anche numerosi primati per il mese di giugno a livello locale. Météo France ha così rilevato +38,4°C a Lione, +36°C a Tolone e +34,3°C a Brest. Ma anche +40,5°C ad Albi, +40,3°C a Orange e +40,2°C a Tolosa. Ma ancora più impressionante è il fatto che siano stati battuti anche molteplici record assoluti. È il caso di La Rochelle e dei suoi +40,5°C (record precedente di +39,4°C del 4 agosto 2003) o di Rodez e dei suoi +38,9°C, che hanno eguagliato la temperatura raggiunta il 16 agosto 1987.

Nonostante non abbiano stabilito nuovi primati, le temperature su un’ampia zona meridionale fino alla Loira hanno superato soglia +40°C. Per esempio, Aubenas ha raggiunto +41,5°C e Carpentras +41,3°C. Nell’est dell’Occitania, invece, sono stati registrati: +38,4°C a Tolosa-Blagnac; nel Centro e nell’Avergne +39,3°C a Montluçon e +38°C a Bourges, e nel sud della Valle del Rodano e l’interno della Provenza +39°C a Entrecasteaux.

AFP

Ma nella giornata di ieri sono state registrate anche temperature minime pazzesche che hanno stabilito nuovi record. Nel momento più fresco della giornata, a Tolosa c’erano +24,2°C (stessa temperature del 25 agosto 2000), a Nantes +24,2°C (contro i +23,8°C del 9 agosto 2003), a Limoges +25,7°C (contro i +24°C del 7 agosto 2003), secondo i dati di Météo France.

E per la giornata di oggi non ci sono miglioramenti in vista, anzi. Oggi le temperature saliranno ancora e Météo France stima che il record assoluto della Francia (+44,1°C del 12 agosto 2003) possa essere battuto nel sud del Paese, dove 4 dipartimenti (Gard, Hérault, Vauclus, Bouches-du-Rhône) sono in allerta rossa per il caldo. Nel pomeriggio, “si raggiungeranno frequentemente +42-45°C e potrebbero essere battuti dei record assoluti di temperatura massima”, prevede Météo France. Allerta arancione ancora per altri 76 dipartimenti francesi. E sabato 29 giugno, le regioni a nord della Senna potranno vivere la loro giornata più calda di questa ondata africano con +38-39°C a Parigi. “Bisognerà attendere la giornata di domenica perché arrivi dell’aria più temperata nel nord-ovest della Francia”, ha sottolineato Météo France.

Su una parte del Paese dall’Ile de France al Grand-Est e al Rhône-Alpes, questo caldo è accompagnato dall’inquinamento da ozono, pericoloso per i polmoni. Ieri, a Parigi, Lione, Marsiglia e Strasburgo, la circolazione è stata differenziata. Il Ministro dell’Agricoltura, Didier Guillaume, ha annunciato il divieto di trasporto di animali per qualche giorno. Il caldo potrà avere ripercussioni anche sulle partite del Mondiale di Calcio femminile, dove possono essere concesse pause rinfrescanti di 3 minuti.