Clima, confronto tra il ministro Costa e UE: “serve sforare il deficit per gli investimenti green”

Il ministro dell'Ambiente Costa si confronta con il commissario europeo per l'energia e i cambiamenti climatici Canete: "l'Italia è ambiziosa serve una strategia di lungo periodo"

MeteoWeb

Ho chiesto che gli investimenti per l’economia green possano sforare il tetto del deficit“, queste le parole del ministro dell’Ambiente Sergio Costa al termine dell’incontro con il commissario europeo per l’energia e i cambiamenti climatici Miguel Arias Canete.

Ambiente e sviluppo devono camminare insieme, il paradigma economico va cambiato e servono investimenti soprattutto in questa fase di necessaria transizione“, dichiara il ministro. Il Commissario Canete – spiega un comunicato del ministero – si è detto aperto al ragionamento e ha anche riconosciuto con parole molto elogiative l’alto livello di ambizione rappresentato nel Piano energia e clima (PNIEC) italiano depositato a Bruxelles e attualmente ancora nella fase di esame, che dovrebbe comunque concludersi a breve.

Canete ha identificato nell’Italia uno dei paesi più ambiziosi – afferma Costa – e ha auspicato, trovandoci favorevoli, che possiamo ricoprire anche il ruolo di pontieri con i paesi europei più reticenti per quanto riguarda la strategia di lungo periodo e l’obiettivo della neutralità carbonica al 2050. Io ho ribadito che l’Italia sugli obiettivi ambiziosi c’è, vuole avere un ruolo primario e lavorare affinché tutta l’Europa abbia una posizione da protagonista nel delineare una strategia di lungo periodo davvero efficace contro i cambiamenti climatici“, conclude il ministro.