Mondiali di calcio femminile, troppo caldo in Francia: polemiche per Italia-Olanda alle 15

Mondiali di calcio femminile, Italia-Olanda si giocherà alle 15 con temperature elevatissime: polemiche bipartisan per il troppo caldo

MeteoWeb

Bionde, sorridenti, occhi blu ma determinate a non lasciar passare nulla: le olandesi, avversarie domani dell’Italia nei quarti del mondiale donne e sulla carta favorite, non hanno digerito il no della Fifa alla loro richiesta di non giocare alle 15 nella giornata piu’ calda della settimana di afa in Francia. E il tema ha dominato la conferenza stampa della vigilia. “Fa molto caldo – dice la ct Sarina Wiegmannoi abbiamo scritto una lettera alla Fifa, per chiedere di non giocare in quest’orario. E abbiamo ricevuto una risposta. Quindi, giocheremo alle 15“: segue una risata sarcastica di tutto lo staff degli arancioni e dei giornalisti olandesi. “Non sappiamo perchè non è stato possibile spostare l’orario – ha rincarato la Wiegmanevidentemente ci sono motivi importanti…“.

AFP/LaPresse

Poi aggiunge: “sappiamo come fare in questi casi, abbiamo affrontato il caldo anche in Sudafrica. Le ragazze berranno molto, insomma faremo fronte“. Al suo fianco, la capitana Jackie Groenen, sembra determinata a far finta di niente: “a me piace il caldo – dice – il clima mite va bene. Meglio se ci saranno delle pause per reidratarsi, ma sinceramente non me ne importa molto, per me non e’ un problema“. L’altro tema che domina la vigilia delle olandesi, è l’infortunio dell’attaccante del momento, Lieke Martens, doppietta contro il Giappone agli ottavi: “si è allenata con il pallone – dice la ct Wiegmandiciamo che gioca al 50%. Bisogna capire se correrà dei rischi a giocare. Io penso che lei debba giocare se sta bene, ma vedremo domani. Decideremo in mattinata, forse nel riscaldamento prima della partita“.

AFP/LaPresse

L’allenatore delle olandesi, poi, ha parlato dell’Italia: “hanno fatto benissimo nelle qualificazioni ai mondiali poi sono andate bene anche qui. La loro è una grande crescita, sono migliorate moltissimo e la loro caratteristica è una fortissima energia. Quindi nessuna sorpresa che siano arrivate ai quarti. Il gioco delle azzurre è molto diretto, vogliono puntare e superare la difesa il prima possibile, questo e’ il loro punto di forza. Ma anche il nostro. Vogliamo vincere, e per riuscirci dobbiamo avere pazienza e possesso del pallone“.

AFP/LaPresse

Anche l’Italia non gradisce l’orario del match. “E’ un po’ strano che questa partita si giochi alle 15 dopo che tutte le altre si sono giocate di sera. Il buon senso avrebbe dovuto far giocare questa gara alle 21” ha dichiarato il commissario tecnico azzurro Milena Bertolini. “Il caldo si farà sentire, ma sarà uguale per entrambe le squadre – ha aggiunto in conferenza stampa – Dispiace che si giochi con questo caldo perchè penalizzerà lo spettacolo: di sera avremmo avuto un ritmo diverso“. D’accordo con lei il capitano Sara Gama: “Concordo con Milena, ma fa caldo per tutti e dobbiamo adattarci. Diciamo che a Montpellier abbiamo fatto rodaggio“.

La ct azzurra ha precisato che, diversamente dall’Olanda, l’Italia non ha inviato alcuna lettera alla Fifa chiedendo un cambio di orario. La partita si giocherà allo Stade du Hainaut di Valenciennes con circa +33°C. Valenciennes si trova al confine con il Belgio (attesa una vera e propria invasione di tifosi olandesi), e non sarà comunque un caldo paragonabile a quello della Francia meridionale dove oggi, con +45,9°C nel Gard, è stato battuto il record storico nazionale.

Caldo, situazione drammatica in tutt’Europa: clamorosi +46°C in Francia, nuovo record di sempre. Morti in Italia e Spagna, l’ONU: “basta, bisogna agire”