Panico a bordo di un aereo, violenta turbolenza lancia i passeggeri contro il soffitto della cabina: terrore e 10 feriti [VIDEO]

“Penso di aver perso conoscenza per un attimo”, ha raccontato un passeggero di 51 anni che ha riportato un trauma cranico quando l'aereo di una compagnia bulgara ha incontrato una violenta turbolenza sul Sud Tirolo. Le immagini incredibili

MeteoWeb

Un Boeing 737-300 della compagnia bulgara ALK Airlines in volo da Pristina, in Kosovo, a Basilea, in Svizzera, con 121 persone a bordo, era in viaggio sul Sud Tirolo circa 30 minuti prima dell’atterraggio quando ha incontrato una violenta turbolenza che ha ferito 10 passeggeri mentre cercava di evitare un cella temporalesca attiva. Il velivolo è riuscito comunque ad atterrare in sicurezza a Basilea circa 30 minuti dopo, ma una volta a terra, l’Aeroporto ha confermato che 10 passeggeri sono stati portati in ospedale per lievi ferite.

Uno dei passeggeri ha catturato in un video, che potete vedere in fondo all’articolo, il caos che si è venuto a creare nel velivolo al momento dell’incidente. La compagnia aerea riporta che al momento del problema, il segnale per le cinture di sicurezza era illuminato e che l’equipaggio aveva anticipato una possibile turbolenza. Si è formata una forte corrente discendente e il velivolo ha leggermente deviato dal livello di volo assegnato. L’equipaggio ha richiesto immediatamente la discesa subito dopo l’incidente.

aereo

“Penso di aver perso conoscenza per un attimo”, ha raccontato il passeggero Idriz Brahimj, 51 anni, al giornale svizzero 20 Minuten. Brahimj, che ha riportato un trauma cranico, ha dichiarato di ricordare solo le urla degli altri passeggeri quando poi ha sbattuto la testa sul soffitto della cabina. Nel video si vede anche un carrello del cibo sbalzato in aria e il suo contenuto, inclusi tè e caffè bollenti, cadere addosso ai passeggeri. Alcuni dei passeggeri che hanno avuto bisogno di assistenza medica dopo l’atterraggio sono stati, infatti, curati per ustioni.

La turbolenza

Non ci sono misteri quando si tratta di turbolenze. Ogni pilota sa come si creano e come evitarle, se possibile. L’aria instabile solitamente è creata dai fronti meteorologici e dai temporali, ma è prevalente soprattutto sulle aree di montagna. Molti passeggeri credono che i piloti possano vedere una turbolenza in alcuni dispositivi in cabina di pilotaggio, ma non è così. Generalmente un altro aereo che sta volando alla stessa altitudine può segnalare di essere passato in una turbolenza, avvertendo così gli altri velivoli. Quando avvisato della presenza di una turbolenza, il pilota può cambiare altitudine per evitare l’aria instabile.

Gli aerei moderni sono costruiti in modo da sopportare la peggior turbolenza possibile e volare attraverso di essa senza preoccupazioni. La maggior parte dei feriti tra i passeggeri durante una turbolenza si verifica tra quelli che non hanno la cintura di sicurezza allacciata o nel caso in cui vengano colpiti da un oggetto volante. Ecco perché nel caso di una turbolenza che non è stata segnalata, la miglior cosa da fare è tenere la cintura allacciata per tutto il volo.