Tatuaggi cancerogeni: l’ennesimo allarme di pigmento pericoloso lanciato dal Ministero della Salute

La natura del pericolo, come si legge nel richiamo pubblicato dal Ministero della Salute, è chimico/cancerogena

MeteoWeb

Ancora un allarme dopo l’individuazione di pigmenti per tatuaggi cancerogeni. Il richiamo del prodotto in questione è stato pubblicato oggi sul sito web del Ministero della Salute. Nello specifico si tratta del Pigmento per tatuaggi DUBAI GOLD, della WORLD FAMOUS TATTOO; paese d’origine USA, lotto n° WFDG181704, REF WFDG1. Distribuito dalla ditta SEVEN TATTOO SUPPLY via Gramsci 2/G Lissone, prelevato presso l’attività AMADE’ TATTOO Studio, Corso G. Ferraris 17 Trino (VC) da servizio SISP ASL AL.

La natura del pericolo, come si legge nel richiamo, è chimico/cancerogena. Nello specifico, dopo il campionamento eseguito dalla ASL di Alessandria, le analisi, eseguite dalla Agenzia Provinciale per l’Ambiente del Piemonte, hanno documentato presenza di:

  • ANISIDINA (CAS 90-04-0) in concentrazione pari a 74
    mg/kg
  • TOLUIDINA (CAS 95-53-4) in concentrazione pari a 50
    mg/kg

I pigmenti non risultano dunque conformi alla Risoluzione Europea 2008 Res AP (2008)1, e gli articoli sono stati sottoposti a divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo.