Russia, esplosione in fabbrica di tritolo: accertati 116 feriti, possibile violazione delle norme di sicurezza

Le conseguenze dell'incidente avvenuto nella fabbrica di tritolo a Dzerzhinsk in Russia portano a 116 il numero di feriti accertati: si ipotizza una violazione delle norme di sicurezza

MeteoWeb

Sale a 116 il numero di feriti coinvolti nella serie di esplosioni unitamente all’incendio avvenuti nello stabilimento di Kristall, nella città russa di Dzerzhinsk. A riferirlo un rappresentante dei servizi di emergenza regionali.

A partire dalle 6 di lunedì, 116 persone risultano ferite, tra di loro un bambino“, ha riportato una fonte dell’agenzia di stampa “Sputnik”.

Un funzionario ha aggiunto che 17 persone sono attualmente in diverse strutture mediche e uno di loro era in gravi condizioni. In corso di accertamento le cause delle tre esplosioni e dell’incendio che si sono verificati sabato presso il laboratorio di produzione trinitrotoluene (conosciuto come tritolo) nella fabbrica Kristall. Le notizie che provengono dal comitato investigativo russo parlano dell’apertura di un procedimento penale su possibili violazioni delle norme di sicurezza nella struttura di produzione di esplosivi. Notevoli i danni provocati dall’incidente a Dzerzhinsk, cinque edifici sono stati distrutti e circa 180 abitazioni nel raggio di tre chilometri sono state in modo lieve danneggiate.