Turismo: Bibione prima spiaggia in Italia libera dal fumo

La salute di turisti e ambiente è al centro della più recente ordinanza che ha reso Bibione la prima spiaggia d’Italia completamente libera dal fumo

MeteoWeb

Con l’apertura ufficiale della stagione balneare lo scorso 15 maggio, Bibione ha stabilito le nuove regole ‘da spiaggia’ che accompagneranno gli ospiti della località veneta fino al 15 settembre. Moltissime anche quest’anno le ordinanze disciplinari emesse dal Comune di San Michele al Tagliamento (Venezia) per tutelare non solo la salute e la sicurezza dei vacanzieri, ma anche il loro benessere e riposo.
A confermarlo è uno dei principali divieti che da diversi anni regola la convivenza sull’arenile, disincentivando i comportamenti potenzialmente fastidiosi per i vicini di ombrellone, come ad esempio l’ascolto di musica ad alto volume, oppure la pratica di giochi in grado di creare danni o impedimenti all’uso collettivo della spiaggia.
Tra le attività interdette non mancano anche per questa stagione la vendita ambulante, la fotografia e la ritrattistica esercitate senza autorizzazione. Puniti con sanzioni pecuniarie e la confisca dell’attrezzatura anche massaggi, tatuaggi, e piercing, che a causa delle scarse condizioni igieniche possono comportare gravi danni alla salute.
E proprio la salute di turisti e ambiente è al centro della più recente ordinanza che ha reso Bibione la prima spiaggia d’Italia completamente libera dal fumo. Dal 25 maggio – e fino al 15 settembre – è infatti vietato fumare al di fuori delle isole appositamente predisposte: 41 confortevoli salottini realizzati in legno solidale e posizionati lungo gli otto chilometri di arenile, a debita distanza da ombrelloni e aree gioco; per consentire a tutti di respirare l’aria pulita del mare senza dover tollerare sostanze inquinanti e pericolose.
I trasgressori, che verranno sorpresi ad accendere la sigaretta sulla battigia o sotto l’ombrellone, saranno sanzionati con una multa fino a 50 euro. Un’iniziativa fortemente sostenuta dagli operatori turistici della località, che si conferma ancora una volta attenta alle esigenze dei propri ospiti e della straordinaria natura che la circonda.