“Ammazzate tutti i gay”, post shock di medico e consigliere del Comune di Vercelli

"Ammazzateli tutti 'ste lesbiche, gay, pedofili": è il contenuto di un post shock pubblicato e poi rimosso su Facebook da un medico di Vercelli

E questi schifosi continuano imperterriti, ammazzateli tutti ‘ste lesbiche, gay, pedofili“: è il contenuto di un post shock, riferito a un articolo sulle famiglie arcobaleno, pubblicato e poi rimosso su Facebook da Giuseppe Cannata, vicepresidente del consiglio comunale di Vercelli, nonché medico iscritto all’Ordine provinciale dei medici e degli odontoiatri Vercelli. A rendere noto il post e a chiedere le dimissioni di Cannata è stato il direttivo di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia. “Esprimiamo la profonda indignazione della comunità Lgbti+ del territorio nei confronti delle parole di Giuseppe Cannata“, ammoniscono.
Il contenuto della frase, che è stato cancellato dal suo profilo Facebook, risulta di un’inaudita violenza sia per la minaccia di morte (‘ammazzateli tutti’) sia per l’accostamento fra l’omosessualità e la pedofilia. Mai, prima d’ora – prosegue il direttivo di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia – siamo stati insultati e aggrediti in maniera così violenta da parte di un rappresentante delle istituzioni della nostra città. Le persone appartenenti a minoranze sessuali e di genere esigono rispetto“.
Il direttivo di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia chiede “le immediate dimissioni di Cannata dalla carica di consigliere comunale” e “la sua espulsione dall’Ordine provinciale dei medici e degli odontoiatri di Vercelli. Chiediamo inoltre che il sindaco Andrea Corsaro esprima una pubblica presa di distanza nei confronti delle parole assurde e violente di Cannata“.