Nuova ondata di calore sull’Italia a partire da oggi: i consigli per difendersi, attenzione all’aria condizionata

Prestando attenzione a pochi elementi si può riuscire a "sopravvivere" a questa nuova ondata di calore che da oggi si è abbattuta sull'Italia

Cibo, abbigliamento, uscite “intelligenti” e aria condizionata utilizzata con misura. Facendo attenzione a questi pochi elementi si può riuscire a “sopravvivere” a questa nuova ondata di calore che da oggi si e’ abbattuta sull’Italia.

CIBO

Una dieta equilibrata e’ quello che ci vuole tutto l’anno. In estate, in particolare, diventa necessaria. Vietato digiunare. Diete troppo restrittive possono acuire gli effetti spossanti del Caldo. Ci sono nutrienti indispensabili per l’organismo. “Quando le temperature aumentano il corpo necessita del glucosio per dare combustibile alle cellule, del potassio per garantire la corretta trasmissione degli impulsi nervosi, del calcio e del magnesio per favorire la concentrazione muscolare e togliere il senso di stanchezza“, spiega Luca Piretta, gastroenterologo e nutrizionista presso l’Universita’ Campus Biomedico di Roma. “Ma il nutriente piu’ importante rimane l’acqua, senza cui non possono verificarsi correttamente le reazioni chimiche cellulari e la pressione arteriosa rischia di scendere troppo“, aggiunge. Vietato abbuffarsi, specialmente di piatti troppo grassi. Vanno evitati gli alcolici e la dieta andrebbe basata su cibi leggeri, privilegiando frutta e verdura.

ABBIGLIAMENTO

Il Caldo diventa piu’ sopportabile se si indossano vestiti fatti con tessuti leggeri e naturali. I migliori sono il lino e il cotone. Da evitare, invece, i tessuti sintetici e pesanti che impediscono la traspirazione cutanea, favorendo al contrario la sudorazione. In generale, gli esperti consigliano vestiti dai colori chiari.

USCITE “INTELLIGENTI”

Il ministero della Salute consiglia di non uscire all’aria aperta nelle ore piu’ calde della giornata, all’incirca dalle 11 del mattino alle 18. Se si e’ costretti a farlo, si consiglia di proteggere la testa con un cappello (meglio se di colorazione chiara) e gli occhi con occhiali da sole. Sarebbe sempre utile, poi, proteggere la pelle con creme solari ad alta protezione.

ARIA CONDIZIONATA

In generale, quando si sta in casa la cosa migliore e’ impedire al sole di battere, chiudendo le finestre e servendosi di tapparelle e tende come schermi. Le finestre andrebbero chiuse durante il giorno e aperte durante le ore piu’ fresche della giornata. Per chi ha il condizionatore deve ricordare di utilizzarlo solo in giornate segnalate come a forte rischio. La temperatura consigliata e’ tra i 24 e i 26 gradi, con attenzione particolare alla manutenzione e alla pulizia, regolare, dei filtri delle apparecchiature.

Queste sono le regole di base che valgono per tutti. E’ richiesta invece maggior accortezza ad anziani e ai genitori dei bambini. L’esperienza passata ha mostrato come un’ondata di calore possa portare esiti letali e gravi danni alla salute della popolazione. Basta pensare che in Italia almeno ottomila persone anziane sono decedute come causa diretta dell’ondata di calore dell’estate del 2003. Si trattava principalmente di anziani soli, di eta’ superiore a 75 anni e con patologie concomitanti. La prevenzione degli effetti negativi delle onde di calore e’ possibile: ad esempio, sapere in anticipo che l’ondata di calore sta per arrivare permette di mirare in maniera ottimale gli interventi preventivi verso le persone a rischio piu’ elevato. In primis bisogna fare attenzione ai medicinali e alla loro conservazione. Bisogna rispettare rigidamente le regole sugli orari in cui uscire o no e quelle sull’abbigliamento. Ai familiari viene richiesta in generale maggiore attenzione sia per i “grandi” della famiglia che per i piu’ piccoli.