Caldo in Francia: la volta della cattedrale di Notre Dame rischia di crollare

Francia: il caldo aumenta il rischio di crolli della volta della Cattedrale di Notre Dame, edificio danneggiato dall'incendio dello scorso 15 aprile

MeteoWeb

L’ondata di caldo estremo in Francia fa aumentare il rischio di crolli della volta della Cattedrale di Notre Dame, edificio gravemente danneggiato dall’incendio dello scorso 15 aprile: l’allarme è stato lanciato da Philippe Villeneuve, architetto responsabile dei Monumenti storici, incaricato della supervisione del cantiere.
La temperatura record di +42,6°C registrata ieri a Parigi e in generale le ondate di caldo “stanno prosciugando troppo velocemente l’acqua infiltrata nelle giunzioni e in alcune opere di muratura“, ha spiegato Villeneuve, secondo cui “l’acqua rilasciata da settimane è sia quella gettata dai vigili per spegnere l’incendio tre mesi fa che quella penetrata con i diversi temporali“. “Sono angosciato all’idea che a forza di prosciugarsi, giunzioni e murature perdano la loro coesione, la loro qualità strutturale, provocando un crollo improvviso della struttura non ancora stabilizzata“, ha spiegato l’esperto a “France 2”.

Gli interventi di consolidamento della Cattedrale si protrarranno fino all’inizio del 2020, mentre la ricostruzione dovrebbe essere conclusa entro 5 anni.