Fermato corriere della droga a Malpensa: aveva ingerito 22 ovuli di eroina, individuati con una radiografia

Un giovane è stato fermato ieri all'aeroporto di Malpensa: aveva almeno 22 ovuli di eroina nell'addome, individuati grazie a una radiografia

Un giovane di origine pachistana è stato fermato ieri all’aeroporto di Malpensa: aveva almeno 22 ovuli di eroina nell’addome, individuati grazie a una radiografia. Il quantitativo contenuto in ciascun ovulo è di circa 8-10 grammi di droga, che sul mercato avrebbero fruttato circa settemila euro l’uno. L’operazione è stata messa a segno dagli agenti del commissariato di Senigallia e della squadra mobile di Ancona, supportati dai colleghi di Varese.

L’indagine della Questura di Ancona da tempo si era concentrata su diversi cittadini pachistani residenti a Senigallia e richiedenti asilo politico, che nell’ultimo periodo avevano effettuato numerosi viaggi nel paese di origine, dove acquistavano la droga per poi rivenderla in Italia. Determinante per l’individuazione del canale di approvvigionamento dell’eroina è stato l’arresto di un altro pachistano e il conseguente sequestro di un ingente quantitativo di eroina avvenuto all’inizio di luglio a Senigallia.