Croce Rossa, in estate grave carenza di sangue in molte regioni: appello a donare prima delle vacanze

Complice l'imminente inizio delle ferie e l'ondata di calore, con l'avvicinarsi di agosto iniziano le segnalazioni di carenze di sangue in diverse regioni

MeteoWeb

È emergenza sangue in molte regioni italiane. I Comitati regionali della Croce rossa italiana di Abruzzo, Lazio e Campania riscontrano una grave carenza di scorte. Il Centro nazionale sangue ha segnalato richieste per 235 sacche di sangue, a fronte di una disponibilità per la compensazione interregionale di appena 60. Complice l’imminente inizio delle ferie e l’ondata di calore, con l’avvicinarsi di agosto iniziano le segnalazioni di carenze di sangue in diverse regioni. Per far fronte alla situazione si sono attivate anche le associazioni del territorio, che stanno invitando i propri iscritti a recarsi a donare. Anche la Croce Rossa rivolge un appello ai donatori abituali e potenziali affinché contribuiscano ad incrementare le scorte di sangue. Tutte le informazioni su come fare e per fugare eventuali dubbi sono sul nuovo portale realizzato con il ministero della SALUTE all’indirizzo: www.donailsangue.SALUTE.gov.it.

Per donare è necessario avere un’età compresa tra i 18 ed i 65 anni, peso maggiore di 50 chili e non aver assunto farmaci antinfiammatori negli ultimi 5 giorni, antibiotici ed antistaminici negli ultimi 15 giorni. Si può donare anche dopo aver fatto una colazione leggera un’ora prima del prelievo. “I pazienti purtroppo non vanno in vacanza”, sottolinea Paolo Monorchio portavoce del Civis, il coordinamento delle Associazioni e Federazioni nazionali dei donatori di sangue nonché referente nazionale della Croce Rossa. “I cittadini sanno rispondere consapevolmente e responsabilmente agli appelli, tuttavia è importante comprendere che la vera sfida del sistema è assicurare quotidianamente e in ogni periodo dell’anno le disponibilità di sangue ed emocomponenti che garantiscono gli oltre ottomila eventi trasfusionali ogni giorno effettuati nel Paese“, conclude Monorchio.