Stasera l’Eclissi della Luna del Tuono, “omaggio” al 50° anniversario del lancio dell’Apollo 11: evento imperdibile per l’Italia [INFO e DETTAGLI]

Stasera l'eclissi della Luna del Tuono. L’evento è reso ancora più speciale da un’incredibile coincidenza: oggi, 16 luglio, ricorre il 50° anniversario del lancio della missione Apollo 11

Stasera la Luna del Tuono, la luna piena del mese di luglio, si tingerà di rosso in una bellissima eclissi lunare parziale. L’eclissi si verificherà in tarda serata quando il globo luminoso della luna affonderà parzialmente nell’ombra proiettata dalla Terra. Per quanto sia già spettacolare da solo, l’evento è reso ancora più speciale da un’incredibile coincidenza: oggi, 16 luglio, ricorre il 50° anniversario del lancio della missione Apollo 11. Il verificarsi di entrambi gli eventi nella stessa giornata rappresenta una ragione in più per tutti gli appassionati di astronomia per stare con il naso all’insù stasera e ammirare il nostro unico satellite in tutta la sua bellezza.

A che ora ci sarà l’eclissi?

eclissi lunaL’eclissi inizierà in tarda serata in Italia quando la luna attraverserà lentamente l’ombra della Terra. Dall’inizio alla fine, il fenomeno astronomico durerà oltre 5 ore, dalle 20:43 alle 02:17 del 17 luglio. L’eclissi parziale, si verificherà tra le 22:01 e l’1 del 17 luglio (il periodo in cui sarà maggiormente visibile) e sarà seguita e preceduta dalla cosiddetta eclissi penombrale. La penombra è l’ombra meno scura proiettata intorno ai bordi del pianeta. Nella maggior parte dei casi, le eclissi penombrali non sono abbastanza scure da notare una differenza rispetto a una luna piena normale. La magnitudine dell’eclissi, che si riferisce alla percentuale massima del diametro della luna immerso nell’ombra terrestre, sarà del 65%. La fase più profonda dell’eclissi, il picco, ci sarà alle 23:30, quando l’ombra rossastra-marrone della Terra coprirà il 65% settentrionale del diametro della luna. Il picco segnerà il punto di metà percorso dell’eclissi dopo il quale la luna inizierà lentamente ad uscire dall’ombra terrestre.

Cosa è successo il 16 luglio 1969?

Il 16 luglio, come detto, segna il 50° anniversario dello storico lancio della missione Apollo 11 della NASA. Il 16 luglio di 50 anni fa, 3 astronauti si imbarcarono a bordo del razzo Saturn V per sfuggire alla gravità terrestre in una missione verso la luna. I 3 astronauti erano Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins. Gli astronauti americani avrebbero trascorso 3 giorni nello spazio prima di raggiungere il satellite. Poi il 20 luglio 1969, il Comandante Armstrong e il pilota del modulo lunare Aldrin scesero finalmente sulla superficie lunare.

La NASA dice: “Il 20 luglio del 1969, Neil Armstrong divenne il primo uomo a mettere piede sulla luna. Lui e Aldrin hanno passeggiato per 3 ore. Hanno fatto esperimenti. Hanno raccolto frammenti di suolo e rocce lunari. Hanno piantato una bandiera statunitense sulla luna. Hanno anche lasciato un segno sulla luna. I due astronauti sono ritornati in orbita, unendosi a Collins. Il 24 luglio 1969, tutti e 3 gli astronauti sono tornati sulla Terra in sicurezza”.

Prossime eclissi lunari visibili nel 2020

Questa sarà l’ultima interazione della luna con l’ombra della Terra per un bel po’. Durante le prossime 4 eclissi lunari, infatti, che avverranno tutte nel 2020, la luna passerà solo attraverso la penombra della Terra. Dovremo aspettare fino al 26 maggio 2021 per averne un’altra ma non sarà visibile in Italia. Nel nostro Paese la luna tornerà a dare spettacolo con un’eclissi totale il 16 maggio 2022.