FAO, Graziano da Silva consegna il timone di Direttore Generale a Qu Dongyu e lancia un appello per migliorare l’accesso al cibo di qualità per tutti

Graziano da Silva ha sottolineato l’importanza del lavoro della FAO per migliorare “le vite delle persone più vulnerabili”

MeteoWeb

I programmi di protezione sociale e le politiche pubbliche sono fondamentali per ridurre la fame, ed è cruciale migliorare la qualità del cibo che produciamo e consumiamo. Questo il messaggio lanciato dal Direttore Generale della FAO José Graziano da Silva nel suo ultimo giorno a capo dell’Agenzia dell’ONU.

Il cinese Qu Dongyu entrerà in carica il 1 agosto 2019 e il suo mandato durerà fino al 31 luglio 2023.

Graziano da Silva ha sottolineato l’importanza del lavoro della FAO – soprattutto sul campo – per migliorare “le vite delle persone più vulnerabili” fornendo capacità tecnica in particolar modo ai paesi in via di sviluppo, e ha ricordato il ruolo dell’Agenzia – che conta 194 membri – nel fissare standard e normative.

Non ho dubbi che il Dott. Qu Dongyu abbia molto da offrire alla FAO in termini di conoscenze ed esperienza” ha affermato Graziano da Silva.

Dal 1 agosto Qu Dongyu sarà il nono Direttore Generale della FAO 

Qu Dongyu ha ringraziato Graziano da Silva per “l’agevole processo di transizione”, che ha descritto come “una nuova cultura per la FAO”. Qu ha poi ha espresso il suo “profondo rispetto” per il lavoro di Graziano da Silva alla FAO.

Guardando avanti, Qu Dongyu ha affermato “intendo lavorare per una FAO che sappia applicare la scienza e le tecnologie moderne e adottare approcci innovativi” e ha poi sottolineato l’importanza di stabilire un dialogo, di costruire la fiducia, di migliorare l’efficienza e di concentrarsi sulla responsabilizzazione.

Qu Dongyu è stato eletto il 23 giugno 2019 e sarà il nono Direttore Generale della FAO da quando l’Organizzazione è stata fondata nel 1945.