Gravidanza: con troppa caffeina rischi per il fegato del bebè

Troppa caffeina durante la gravidanza può compromettere la salute del bambino

Troppa caffeina durante la gravidanza può compromettere lo sviluppo del fegato del bambino, e aumentare il rischio di malattie epatiche in età adulta. E’ quanto emerge da uno studio, condotto sui ratti, pubblicato sul ‘Journal of Endocrinology’, dal quale è emerso che le femmine in gravidanza dei roditori a cui era stata somministrata caffeina in abbondanza avevano piccoli con peso alla nascita inferiore, livelli di ormone dello stress e crescita alterati e un anomalo sviluppo del fegato.
I risultati dello studio, firmato da Hui Wang dell’Università di Wuhan in Cina, indicano che il consumo di caffeina superiore al 300 mg al giorno, equivalente a circa 3 tazze di caffè, può alterare i livelli di stress e di ormone della crescita del feto in modo tale da poterne compromettere lo sviluppo e aumentare il rischio di malattie del fegato in età adulta. Un elemento coerente con i risultati di precedenti studi, secondo i quali il consumo di più di 3 tazze di caffè al giorno in gravidanza poteva comportare un peso alla nascita inferiore dei loro bambini.
I nostri risultati – commenta Yinxian Wen, co-autore dello studio – indicano che la caffeina prenatale provoca un eccesso di attività dell’ormone dello stress nella madre, che inibisce l’attività dell’IGF-1 per lo sviluppo del fegato prima della nascita. Tuttavia, dopo la nascita si verificano meccanismi compensatori per accelerare la crescita e ripristinare la normale funzionalità epatica, poiché l’attività dell’IGF-1 aumenta e diminuisce la segnalazione dell’ormone dello stress. L’aumento successivo del rischio di malattia del fegato grasso causata dall’esposizione prenatale alla caffeina è probabilmente una conseguenza di questa attività IGF-1 postnatale compensata e potenziata“.
Tuttavia, questi risultati sugli animali devono essere confermati nell’uomo. “Il nostro lavoro – conclude – suggerisce che la caffeina prenatale non è utile per i bambini e, sebbene questi risultati debbano ancora essere confermati negli esseri umani, raccomanderei alle donne di evitare la caffeina durante la gravidanza“.