Incendio in un appartamento: l’abitazione è andata distrutta, una donna è morta per asfissia

La donna, secondo i primi accertamenti medici, sarebbe deceduta per asfissia dunque sarebbe l'inalazione di fumo la principale causa della morte

Una donna di 81 anni è stata trovata morta oggi dopo che nella sua abitazione era scoppiato un incendio, a Comelico Superiore, in Veneto. Il corpo dell’anziana è stato rinvenuto dai vigili del fuoco, al piano terra della palazzina. Le cause del rogo sono al vaglio dei carabinieri. Non risultano altre persone coinvolte nell’episodio.

L’anziana signora, secondo i primi accertamenti medici, sarebbe deceduta per asfissia. Questo indicherebbe quindi nell’inalazione di fumo come principale causa della morte dell’81enne. All’arrivo delle squadre dei pompieri le fiamme uscivano dalle finestre della casa, con il rischio di coinvolgimento dei piani superiori. L’intervento in forze dei vigili del fuoco, accorsi con 8 automezzi e 21 operatori tra permanenti e volontari provenienti da Santo Stefano, Pieve, Belluno, Auronzo e Dosoledo, è riuscito a circoscrivere il rogo, poi spento prima che le fiamme si espandessero ad altre parti della palazzina, evitando il coinvolgimento dell’intera struttura. L’alloggio interessato dall’incendio è andato completamente distrutto ed è stato posto sotto sequestro.