Mangiare in coppia fa gustare di più il cibo e fa bene alla relazione

"I risultati mostrano un legame chiaro tra mangiare in coppia, apprezzare il cibo e avere una relazione felice", sottolineano i ricercatori

Pranzi o cene ‘tete à tete‘ fanno bene alla coppia, oltre a rendere più gustoso il cibo, il che potrebbe rivelarsi uno dei segreti per un matrimonio (o una convivenza) felice. E’ quanto emerge da uno studio britannico condotto dai ricercatori della Marriage Foundation e dell’Università di Lincoln (Gb) che sono arrivati a queste conclusioni grazie a un’indagine condotta su 7600 persone alle quali è stato chiesto di descrivere in modo preciso le loro attività quotidiane.
Gli esperti hanno ‘collezionato’ ben 46mila dati provenienti da coppie, registrando che quelle sposate mangiavano insieme più spesso di quelle che non lo erano. In totale, il 35% dei coniugi britannici mangiava in due la maggior parte delle volte o sempre, il 22% raramente o mai. Tra le coppie conviventi, queste cifre erano del 22% e del 27%. Dunque, i ‘piccioncini’ che condividevano i pasti erano più propensi a riferire un buon rapporto. Il 67% di essi registrava un punteggio di 7 su 7 nella felicità di coppia contro il 58% che mangiava separatamente, mentre i partner ‘moderatamente soddisfatti’ erano quelli che mangiavano meno spesso insieme.
Ma anche la qualità del pasto sarebbe influenzata dal proprio partner: il 74% delle coppie che hanno pranzato o cenato insieme ha riferito di aver gustato il proprio cibo rispetto al 62% delle coppie che mangiavano separate. Tra chi era in crisi invece solo il 36% mangiava insieme. “In conclusione, questi risultati mostrano un legame chiaro tra mangiare in coppia, apprezzare il cibo e avere una relazione felice“, sottolineano i ricercatori, precisando che “poco importa se le coppie amano mangiare insieme perché sono felici o sono felici perché mangiano insieme“.