Montagna: alpinista piemontese gravemente ferito in Pakistan, in attesa di soccorsi

Un alpinista piemontese è scivolato mentre scendeva dal Gasherbrum VII, in Pakistan, ed al momento è in attesa di soccorso

L’alpinista piemontese Francesco Cassaro è scivolato mentre scendeva dal Gasherbrum VII, in Pakistan, ed al momento è in attesa di soccorso: con lui il compagno di cordata Cala Cimenti, che sta dando costanti aggiornamenti sulle sue condizioni e sull’accaduto. L’ultimo messaggio pervenuto racconta di Cassardo in gravi condizioni ma stazionarie: “Al momento è vigile e lucido, ed essendo medico è in grado di valutare le sue condizioni e dare indicazioni importanti“.
Il volo di soccorso ha subito ritardi a causa di alcuni problemi burocratici risolti grazie all’intervento dell’ambasciata italiana in Pakistan, alla famiglia di Francesco e al coordinamento di Da Polenza. A complicare ulteriormente la situazione un’altra operazione di soccorso ed evacuazione su K2 e Broad Peak, dove sono attualmente impegnati i mezzi aerei. Al momento si è quindi in attesa di poter procedere con l’operazione di recupero, nel frattempo Cala sta spostando Francesco un centinaio di metri più in basso, su un terreno dove l’elicottero possa operare direttamente. Al campo base del Gasherbrum I Marco Confortola è pronto in attesa degli elicotteri mentre Denis Urubko e Don Bowie si stanno muovendo via terra per poter essere di supporto a Cala e a Francesco. Incrociamo le dita, abbiamo bisogno di pensieri positivi,” ha riferito su Facebook il team che sta seguendo la vicenda.