I robot sempre più “umani”: creato il primo sistema vascolare artificiale

"Il nostro obiettivo è consentire ai robot un'autonomia sufficiente," ha spiegato su Nature il prof. Rob Shepherd

MeteoWeb

I robot diventano sempre più “umani“: ricercatori della Cornell University di Ithaca, New York, hanno creato il primo sistema vascolare artificiale, applicato ad un pesce robot.
Il “sangue artificiale” ha pompato i circuiti di un “pesce leone”, realizzato in laboratorio, che ha nuotato in una piscina per molto tempo, restando sempre sott’acqua, come un esemplare vero.
Il team della Cornell è convinto di avere raggiunto un punto di svolta: in futuro infatti si spera di realizzare un sistema vascolare artificiale in grado di trasmettere energia ai transistor, con un liquido formato da zinco e ionio, e garantire operazioni di lunga durata.
In natura vediamo organismi in grado di sostenere operazioni sofisticate che prevedono molto tempo. Il nostro obiettivo è consentire anche ai robot un’autonomia sufficiente,” ha spiegato su Nature il prof. Rob Shepherd, ingegnere aerospaziale e meccanico.
I robot potrebbero essere “alimentati” da “sangue” artificiale, senza aumentare di peso: l’innesto di energia attraverso il sistema vascolare gli garantirebbe di moltiplicare energia, sviluppare autonomia e multifunzionalità.