Roma: a Santa Maria Maggiore torna il “Miracolo della Neve”

Tra pochi giorni, a piazza dell'Esquilino a Roma, si rivive il "Miracolo della Neve"

Il 5 agosto 2019 si terrà la 36ª edizione dello spettacolo di rievocazione ideato nel 1983 dall’architetto Cesare Esposito in ricordo di una tradizione devozionale molto cara ai romani: avrà luogo infatti la rievocazione storica del Miracolo della Madonna della Neve.
A mezzanotte la neve artificiale imbiancherà la cupola della chiesa di Santa Maria Liberiana e piazza Santa Maria Maggiore, sul Colle Esquilino.
Secondo la tradizione, la notte tra il 4 ed il 5 agosto del 352 d. C. la Madonna apparve in sogno a un nobile patrizio e alla moglie, che non avendo figli, avevano deciso di far edificare una chiesa in suo nome e disse loro che un miracolo gli avrebbe indicato il luogo su cui costruirla. Anche papa Liberio fece lo stesso sogno e il giorno seguente, recatosi sull’Esquilino, lo trovò coperto di neve. Il Papa tracciò il perimetro dell’edificio e la chiesa fu costruita a spese dei due coniugi, divenendo nota come chiesa di Santa Maria “Liberiana” o popolarmente “ad Nives”.

L’evento avrà inizio a partire dalle ore 21 e sarà accompagnato da musiche, suoni, luci, raggi laser, letture, canti, espressioni artistiche e apparizioni celesti di sicuro effetto scenico, in un crescendo che arriverà al culmine a mezzanotte, quando fiocchi di neve scenderanno sul pubblico e imbiancheranno la piazza.

L’architetto Cesare Esposito, che dal 1983 rinnova la tradizionale nevicata di agosto, vuole dichiarare in questo modo il suo amore per Roma e il rione Monti, dove è nato.

Questa edizione è rivolta alla rinascita di Notre Dame de Paris, alla architettura, con un omaggio particolare a Leonardo da Vinci.

Dopo la prima nevicata ci sarà l’Ave Maria, poi, una seconda nevicata e infine, un’ultima accompagnata da “Nessun dorma” dell’opera di Puccini.