Sbarco sulla Luna, Buzz Aldrin: “50 anni fa partimmo per una missione di enorme importanza”

L'astronauta Buzz Aldrin invita gli Stati Uniti a guidare un'alleanza spaziale

MeteoWeb

In un videomessaggio pubblicato su Twitter, l’astronauta Buzz Aldrin invita gli Stati Uniti a guidare un’alleanza spaziale: “Non vedo l’ora che l’America abbia il ruolo di leader nel prossimo passo di un’alleanza spaziale“.
Aldrin racconta: “50 anni fa, Neil Armstrong, Mike Collins e io partimmo per una missione di enorme importanza. Dio benedica i 400mila americani che ci hanno aiutato a raggiungere la Luna e a ritornare. Insieme, noi americani possiamo fare qualsiasi cosa! Non dimentichiamo mai il 16 luglio 1969“, dice l’astronauta, riferendosi a tecnici, ingegneri, progettisti che lavorarono al progetto dopo l’annuncio del presidente Kennedy.
Nel dicembre 1968, gli USA riuscirono a portare il primo equipaggio umano attorno alla Luna, “aprendo la strada  alla missione Apollo 11, con il modulo di comando Columbia e il modulo lunare Eagle, partita il 16 luglio e atterrata 4 giorni dopo nel Mare della Tranquillità“.