“Storm Area 51. They Can’t Stop All of Us”, 1 milione e 400 mila runner preparano l’assalto all’Area 51: militari USA in preallarme, “difenderemo l’America e le sue truppe”

"Storm Area 51. They Can't Stop All of Us": un milione e duecentomila runner rispondono all'appello-evento su facebook, la portavoce dell'aviazione USA chiarisce la posizione dell'esercito americano

Potrebbero essere un milione e 400 mila i corridori al raduno per la corsa più incredibile della storia. “Storm Area 51. They Can’t Stop All of Us” è in programma il 20 settembre 2019 proprio nell’Area 51, la zona militare super controllata dell’esercito americano nel deserto del Nevada dove leggenda narra che siano tenuti nascosti alcuni alieni e si lavori ad armi batteriologiche segrete. E’ la zona meno accessibile del pianeta, quella che ha alimentato da sempre la narrazione cinematografica e dei romanzi di fantascienza. Ma che adesso rischia di diventare luogo di un raduno pop e dissacrante. L’idea della corsa è nata per scherzo su Facebook: in un periodo in cui le imprese spaziali e la vita extraterrestre sono più che mai di attualità per il cinquantenario dello sbarco sulla Luna, un gruppo fondato da un giovane web designer ha creato l’evento su Facebook tanto per vedere l’effetto che avrebbe fatto. Risultato: hanno risposto un milione e 200 mila persone, mettendo in allerta le forze armate che non sembrano aver gradito lo scherzo.

In una dichiarazione al Washington Post, la portavoce dell’aviazione, Laura McAndrews, ha avvisato gli aspiranti corridori: “L’area è una zona di addestramento militare dove è proibito entrare. L’aviazione americana è sempre pronta a difendere l’America e le sue truppe“. Non contenti di aver organizzato l’evento, i partecipanti hanno rincarato la dose dichiarando che correranno alla maniera di Naruto, il giovane aspirante ninja protagonista di una serie di fumetti giapponesi. Nei manga, Naruto si allena duramente per diventare il combattente più forte al mondo.

Tra gli esercizi c’e’ anche la corsa: per essere più veloce il ragazzo corre con le braccia stese all’indietro e la testa protesa in avanti. Una tecnica che quelli di “Storm Area 51” assicurano li farà andare più forti dei proiettili, o almeno li proteggerà dalle pallottole. Tra battute e ironia, non è ancora chiaro se la situazione possa realmente sfuggire al controllo. Intanto su Facebook inizia il dietrofront: “Salve governo – ha scritto un ‘Naruto runner’ che aveva postato una finta mappa dell’Area 51 – il mio è uno scherzo. Non ho nessuna intenzione di continuare con questo piano, volevo solo prendere un po’ di ‘mi piace’ su internet“.