Tumori: sviluppato in Cina un nuovo trattamento a base di ioni pesanti, sarà presto operativo

Rispetto alle cure tradizionali tramite radiazioni si ritiene che il trattamento con ioni pesanti abbia proprietà più bilanciate, con meno radiazioni su cellule sane

Un sistema di trattamento dei tumori con ioni pesanti sviluppato da ricercatori cinesi sarà a breve operativo nella provincia del Gansu, nella Cina nord-occidentale. Lo hanno dichiarato gli stessi ricercatori alla stampa. Il sistema verrà utilizzato per la prima volta in un ospedale di Lanzhou, capoluogo del Gansu, specializzato nel trattamento di pazienti affetti da cancro con la tecnologia degli acceleratori di ioni pesanti. Le terapie per la cura dei tumori che ricorrono alle radiazioni tramite acceleratori di ioni pesanti sono in grado di bombardare un bersaglio con elettroni ad alta energia per uccidere le cellule cancerose.

Rispetto alle cure tradizionali tramite radiazioni si ritiene che il trattamento con ioni pesanti abbia proprietà più bilanciate, con meno radiazioni su cellule sane e meno invasività. Secondo Wang Xiaohu, vicedirettore dell’Ospedale Oncologico Provinciale del Gansu, la durata del trattamento è più breve e la terapia è in grado di controllare in maniera più efficace le cellule tumorali. I ricercatori dell’Istituto di Fisica Moderna dell’Accademia Cinese delle Scienze hanno iniziato ad effettuare ricerche di base sulla tecnologia nel 1993 e sviluppato gli acceleratori nel 2015. Un rapporto pubblicato dal Centro Nazionale Oncologico nel 2017 afferma che in Cina si verificano quasi il 25% di nuovi casi di cancro al mondo, con 10.000 nuovi pazienti oncologici ogni giorno. Ogni anno, ben due milioni di persone muoiono per cause indotte dal cancro. I tumori al polmone, al seno e allo stomaco sono quelli più diffusi.