Bimba di due anni muore soffocata da un boccone a tavola con i genitori: i numeri del soffocamento in Italia sono in aumento

Ogni anno in Italia più di 50 bambini muoiono a causa del soffocamento dovuto all’ostruzione delle vie aeree.

MeteoWeb

Era a tavola con i genitori, quando all’improvviso un pezzo di cibo le ha ostruito le vie respiratorie. Poi la corsa in ospedale, le cure, l’agonia. La piccola, di soli due anni, è morta dopo quattro giorni di coma. La tragedia è accaduta lo scorso 12 agosto. La bimba stava mangiando tranquillamente quando un boccone le è andato di traverso e ha smesso di respirare, ha iniziato a tossire, stava soffocando.

All’ospedale Regina Margherita di Torino, dove la bimba è arrivata già in coma, i medici l’hanno soccorsa immediatamente ma la situazione è apparsa drammatica fin da subito. Dopo quattro giorni di coma, il 16 agosto, la piccola non ce l’ha fatta e ha esalato il suo ultimo respiro. Aveva solo 2 anni e mezzo e abitava a Condove, comune in provincia di Torino. I genitori, stremati, non hanno potuto fare altro che dare l’assenso all’espianto degli organi. 

Ma quanti morti causa il soffocamento? I numeri sono più preoccupanti di quanto si immagini. E’ una delle più frequenti cause di morte prematura tra quelle accidentali. Secondo i dati dell’Istat il 27% delle morti classificate come accidentali, nei bambini da 0 a 4 anni, avviene per soffocamento causato da inalazione di cibo o di un corpo estraneo. Ogni anno in Italia più di 50 bambini muoiono a causa del soffocamento dovuto all’ostruzione delle vie aeree.

Il decesso può avvenire anche in pochi istanti, come in ore o giorni. E’ dunque fondamentale saper intervenire con semplici manovre. Sono numerose le  strutture sanitarie italiane che tengono corsi per imparare queste manovre.