Cambiamenti climatici: le isole del Pacifico chiedono azioni urgenti, “il momento di agire è ora”

I leader delle isole del Pacifico hanno lanciato un appello rivolto "a tutti i Paesi" affinché uniscano le le forze per intraprendere "azioni coraggiose

MeteoWeb

In occasione del 50° incontro del “Pacific Islands Forum”, i leader delle isole del Pacifico hanno lanciato un appello rivolto “a tutti i Paesi” affinché uniscano le le forze per intraprendere “azioni coraggiose, decisive e di cambiamento per affrontare le sfide dei cambiamenti climatici“, perché “il momento di agire è ora“.
L’appello è contenuto nella Dichiarazione di Kainaki II, che arriva nella 4ª giornata del Forum ed è rivolto in particolare alle parti dell’Accordo di Parigi affinché soddisfino o superino i contributi nazionali allo scopo di proseguire sulla strada dell’impegno globale per limitare il riscaldamento del Pianeta a +1,5°C centigradi rispetto ai livelli preindustriali, ricordando che questo obiettivo è fondamentale per la sicurezza delle isole del Pacifico. Qualsiasi mancanza di azione, ricordano i leader, avrà un impatto non solo su di loro, ma anche sui loro figli e su tutte le future generazioni.
Chiediamo un’azione immediata e non solo una discussione sulle ambizioni. È necessario agire, nella nostra regione e a livello internazionale, per garantire oceani puliti, sani e produttivi, gestiti in maniera sostenibile, garantire la conservazione delle risorse marine, la crescita della ‘blue economy’ e affrontare gli impatti che i cambiamenti climatici hanno sulla salute degli oceani“, chiedono i leader delle Isole del Pacifico: “Serve una forte leadership politica per far progredire l’azione sui cambiamenti climatici, proteggere la salute e l’integrità degli oceani, gestire in modo sostenibile le isole e le risorse oceaniche“.

Fondato nel 1971, il Pacific Islands Forum è un’organizzazione intergovernativa che ha lo scopo di rafforzare la cooperazione tra Paesi e territori della regione del Pacifico.