Cammello in spiaggia alla festa dei Vip di Forte dei Marmi: gli animalisti chiedono verifiche su maltrattamenti

"L'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha annunciato l'invio di un esposto alla procura della repubblica di Lucca competente per territorio per chiedere di indagare su quanto accaduto"

MeteoWeb

In merito a quanto accaduto al Bagno Maitò di Forte dei Marmi nei giorni scorsi dove durante una festa vip a cui hanno partecipato molte persone, tra cui la conduttrice e show girl Antonella Mosetti, è stato portato sulla spiaggia un cammello che come hanno scritto i giornali era “bardato a festa”, fatto questo che ha indotto il sindaco di Forte dei Marmi a introdurre il divieto di portare animali in spiaggia“. E’ quanto si legge in una nota di AIDAA che prosegue “l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha annunciato l’invio di un esposto alla procura della repubblica di Lucca competente per territorio per chiedere di indagare su quanto accaduto ed in particolare sul possibile fatto che l’animale usato in quell’occasione sia stato sottoposto ad eventuali maltrattamenti sia da parte del proprietario che da parte degli astanti“.

Inoltre nell’esposto firmato dal presidente di AIDAA Lorenzo Croce e che sarà inviato nella giornata di domani, giovedi 29 agosto, alla procura si chiede anche di verificare se chi ha organizzato l’evento era autorizzato a portare in spiaggia un cammello e se allo stesso cammello e ai partecipanti erano state “garantite le condizioni di sicurezza previste dalla legge in caso di spettacoli che prevedono la presenza e l’utilizzo a diretto contatto dell’uomo di animali di qualsiasi specie ed in particolare se era stata garantita la presenza di un veterinario per l’assistenza necessaria in caso di malessere dell’animale“.