Previsioni meteo: forti temporali oggi, allerta nubifragi su diverse aree [DETTAGLI e MAPPE]

Previsioni meteo: circolazione vorticosa tra la Sardegna e il medio-alto Tirreno con diffusa instabilità sull'Italia e spesso fenomeni forti o localmente violenti

MeteoWeb

Sul Mediterraneo centro settentrionale è in azione un cavo depressionario in seno al quale agisce una “goccia fresca” alle quote medie. La circolazione è instabile, seppure senza un grosso cambio di massa d’aria e senza grosse variazioni di pressione al suolo. Va detto, però, che gli strati medio-bassi dell’atmosfera, in conseguenza della fase rovente di questi ultimi giorni, sono molto caldi e ciò costituisce energia significativa per i moti ascensionali, stimolati oltremodo dall’alto dalla “goccia fresca”. Insomma, malgrado non una grossa crisi barica, le conseguenze in termini di fenomeni atmosferici potrebbero essere significative su molti settori, in particolare, poi, su quelli ove l’incentivo orografico contribuisce a dare ulteriore energia. Vediamo su quali in particolare.

Situazione ed evoluzione

In queste ore mattutine, già molti rovesci e temporali stanno imperversando su diverse aree appenniniche centro-settentrionali. In particolare, rovesci e temporali sono attivi sin dal mattino sul Frusinate orientale ( ora in cessazione), sull’Aquiliano, sul Teramano e diffusi su tutti i settori marchigiani interni, dall’Ascolano al Maceratese, anche su Anconetano interno.

Addensamenti con rovesci e temporali su Est Umbria e sul Reatino, nel Nordest Lazio. Fenomeni particolarmente violenti in particolare su area Avezzano, L’Aquila, qui specie settore Campotosto, Pizzoli, Arischia. Temporali forti anche sul Ferrarese, sparsi sulle coste settentrionali della Romagna orientale e, in questi minuti, forte temporale sul Rodigino centro-orientale in particolare su area Polesine, temporale verso Padovano, specie centro orientale, e il Golfo di Venezia, il capoluogo lagunare stesso compreso, poi in estensione al Centro Nord Veneto.

Altri rovesci e temporali diffusi tra Bolognese, Modenese, Parmense,  anche Nord Fiorentino e attenzione al maltempo intenso, con forti temporali e nubifragi sull’alto Tirreno in mare aperto, tra la Corsica, il Golfo di Genova largo e anche sul tratto verso le isole toscane. Condizioni impeditive su queste acque del Tirreno settentrionale.

Per le ore pomeridiane, l’instabilità temporalesca si accenderà lungo tutto l’Appennino, ma in modo particolare sui rilievi tra Centro Ovest Abruzzo, Est Lazio, Centro Ovest Marche, Ovest Umbria e su Centro Nord Toscana. Queste le aree più a rischio fenomeni forti o violenti, localmente anche con rischio nubifragi e trombe d’aria, nelle zone contrassegnate dalla colorazione marrone.  MASSIMA ALLERTA su questi settori. Possibili localmente fenomeni violenti anche tra Molise, Est Campania e Nord Puglia, Daunia.

Temporali forti e diffusi anche su tutte le aree circoscritte in arancio, rovesci o temporali più sparsi e irregolari, anche con ampie aree asciutte, sui settori  circoscritti in verde. Poca fenomenologia altrove o a carattere isolato. Nella seconda immagine, abbiamo rappresentato un po’ tutti i settori esposti a piogge, con la distinta fenomenologia nel corso della giornata odierna, su alcune aree di più in mattinata, su altre nel corso del pomeriggio, su diverse per gran parte della giornata.

Temperature 

Si sono già mitigate un po’ ovunque, in particolare al  Nord e su buona parte del Centro, dove i valori massimi si attesteranno diffusamente tra +24-25°C e +30°C. Relativamente alle regioni centrali, faranno eccezione le aree interne laziali e quelle occidentali dell’Umbria dove punte massime potranno portarsi fino a +32°/+33°C. Temperature in calo anche al Sud e sulle isole maggiori, con valori massimi che ovunque non dovrebbero superare i +34°C/+35°C in pianura, +27°C/+29°C sulle coste.