Trapianti: a paziente “in regalo” il suo vecchio cuore stampato in 3D

Un paziente texano di 68 anni ha ricevuto un cuore nuovo dopo una vita passata con un pacemaker

MeteoWeb

Potrebbe sembrare un ‘regalomacabro, donare a chi ha subito un trapianto il proprio organo ‘malato’ stampato in 3D, ma è una dei messaggi più forte per la prevenzione. E’ quello che ha fatto il Baylor University Medical Center per un paziente texano di 68 anni che ha ricevuto un cuore nuovo dopo una vita passata con un pacemaker. Il programma del Bayor – scrive il sito specializzato americano ‘WebMed‘ – si chiama ‘Heart-to-heart‘ e consente alle persone che si stanno riprendendo dai trapianti di tenere in mano il ‘vecchio’ cuore mentre imparano a prendersi cura di quello nuovo. Quello del paziente era quasi tre volte più grande di un normale cuore sano.