Inizio tragico per la caccia: tre morti e un ferito grave in un solo giorno, ecco cosa è accaduto

Due cacciatori uccisi dai loro compagni di caccia e uno schiacciato da un cervo appena abbattuto: una strage

MeteoWeb

Inizio della stagione di caccia subito tragica oltre che per gli animali anche per gli umani. Alle 15 di oggi domenica 15 settembre si contano già 3 morti e un ferito grave”. E’ quanto si legge in un comunicato di AIDAA – ITALAMBIENTE, che prosegue: “Il primo incidente a Pedrinate a pochi passi dal confine varesino con la Svizzera, qui un 50 enne svizzero ucciso da un colpo di fucile sparato da un suo compagno di caccia. Il secondo morto nei boschi di Sorico a cavallo tra le provincie di Sondrio e Como, dove un cinquantatrenne valtellinese dopo averlo abbattuto si è calato in un dirupo per recuperare la carcasse di un cervo e cadendo è stato schiacciato dallo stesso cervo contro la roccia e qui ha perso la vita. Un amico che era a caccia con lui, di sessantun anni è rimasto ferito in modo grave. Mentre nei giorni scorsi in Sardegna in una località della Gallura un uomo che passeggiava nei boschi è stato ucciso da un colpo partito dal fucile di un bracconiere che stava appostato per sparare ai cinghiali”.

“Iniziamo bene – sottolinea Lorenzo Croce presidente di AIDAA-ITALIAMBIENTE – si tratta di situazioni tra loro diverse, ma alla fine il conto è salato tre persone hanno perso la vita ed uno è stato ferito gravemente, e siamo solo alla fine del primo giorno”.