Catch vince l’edizione 2019 di Space App Camp

L'edizione 2019 di Space App Camp si è tenuta presso il Centro ESA di Osservazione della Terra a Frascati, Roma

MeteoWeb

Una app che aiuterà la pesca a raggiungere operazioni sostenibili utilizzando i dati ottenuti dalla missione Copernicus Sentinel-3, ha portato a casa il primo premio nell’edizione di quest’anno di Space App Camp, che si è tenuta presso il Centro ESA di Osservazione della Terra a Frascati, Roma.

A seguito di una selezione di circa 100 domande di partecipazione, 24 sviluppatori provenienti da nove nazioni hanno preso parte all’ottava edizione di App Camp.

L’obiettivo era quello di elaborare idee innovative e non convenzionali per app che utilizzano i dati di monitoraggio della Terra – in particolare quelli provenienti dal programma europeo Copernicus – e rendere le informazioni da satellite accessibili all’utente di tutti i giorni attraverso lo smartphone.

Ciascuna delle sei squadre ha avuto una settimana di tempo per creare una app da una delle cinque categorie: agricoltura intelligente, sviluppo sostenibile, vita futura, città intelligenti e trasporto digitale.

Il seminario, della durata di una settimana, si è concluso con le presentazioni alla giuria dei sei progetti, seguite da una stimolante presentazione dell’astronauta ESA Paolo Nespoli, che ha parlato in dettaglio del suo percorso per diventare astronauta e dell’importanza di osservare il nostro pianeta dallo spazio.

La squadra vincitrice, dalla Norvegia, che ha partecipato come vincitore del premio ESA all’hackathon FOSS4G 2019 a Bucarest, ha sviluppato l’app Vake | Catch, che aiuterà l’industria della pesca ad essere più efficiente e ad ottimizzare le quote assegnate, e aiuterà inoltre i governi a fermare a livello mondiale la pesca non autorizzata e non regolata.

Combinando i dati di Copernicus Snetinel-3 con i numeri effettivi del pescato nelle acque norvegesi, si otterrà una migliore visualizzazione e previsione sulle correlazioni tra clorofilla e temperatura del mare ed il modo in cui i pesci nuotano nell’oceano e quanto sono abbondanti.

Adrian Tofting, uno dei vincitori, dice: “Il progetto completerà e promuoverà la pesca sostenibile – l’app sarebbe ottima per le autorità per scoprire dove si svolge la pesca illegale“.

Lars Berg-Jensen, un altro vincitore, aggiunge: “Siamo così grati di partecipare a questa sfida FOSS4G che ci ha portato a Frascati. Conosciamo bene ESA ed il programma Copernicus, ed essere qui ed incontrare personaggi chiave dell’ESA è stata una grande opportunità“.

I vincitori portano a casa un premio in denaro di Euro 2.500 e tutte le squadre sono state incoraggiate a fare domanda per uno dei Centri di Incubazione di Impresa (BIC) dell’ESA per sviluppare ulteriormente le proprie idee.

Il primo premio è stato consegnato dal Coordinatore della Politica Copernicus dell’ESA, Thomas Beer, che ha dichiarato: “Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno reso ciò possibile. Di tutti gli App Camp che ho visto, questo è stato eccezionale per la qualità generale delle idee e per lo spirito di squadra che ho avuto modo di sperimentare questa settimana“.