Crociere: in autunno exploit di Nord America e Medio Oriente, calano Cuba, Asia e Canarie

Crociere: le prenotazioni per gli itinerari di settembre, ottobre e novembre confermano che non cala la voglia di viaggiare

MeteoWeb

Non solo Mediterraneo per l’autunno in crociera. Le vacanze estive sono quasi archiviate per la maggior parte degli italiani, ma le prenotazioni per gli itinerari di settembre, ottobre e novembre confermano che non cala la voglia di viaggiare.

Secondo l’indagine dell’Osservatorio Ticketcrociere, l’area mediterranea continua la sua crescita facendo segnare un + 2% rispetto agli stessi tre mesi del 2018. Bene anche le crociere oceaniche, al +7%. Ma la vera sorpresa arriva da Nord America e Medio Oriente, che segnano rispettivamente un aumento del 423% e del 104%, anche grazie ai nuovi itinerari proposti e alle nuove navi presenti in queste aree.

In netto calo, invece, Cuba al -74%, complice anche il veto dell’amministrazione Trump sui viaggi organizzati tra Stati Uniti e Isla Grande. Scende anche l’Asia (-61%) e perdono un po’ di appeal le isole Canarie (-20%).

«L’autunno 2019 ci racconta una nuova storia – dichiara l’amministratore di Ticketcrociere Nicola Lorussocon picchi di crescita per il Nord America e il Medio Oriente. Resta forte la richiesta di Mediterraneo, ma i repeater si fanno tentare da nuovi itinerari. L’Alaska traina le crociere oltreoceano, mentre il Medio Oriente affascina chi è ancora in cerca del caldo estivo».