Disinnesco ordigno bellico a Battipaglia, ultimi aggiornamenti: traffico sull’A2, morta donna in centro di accoglienza

In corso Ie operazioni di bonifica di una bomba d’aereo risalente alla II Guerra Mondiale, rinvenuta in un terreno agricolo di Battipaglia (Salerno)

MeteoWeb

Sono iniziate questa mattina intorno alle 11 le operazioni di bonifica di una bomba d’aereo risalente alla II Guerra Mondiale, rinvenuta in un terreno agricolo del comune di Battipaglia (Salerno). Evacuati circa 36mila cittadini residenti nella zona, a partire dalle ore 5 del mattino, nel raggio di 1.6 km dal punto di rinvenimento.
Sospeso temporaneamente il traffico veicolare sull’autostrada A2, con la chiusura, in entrambi i sensi di marcia, lungo la tratta Pontecagnano (SA) -Eboli (SA), nonché sulla SS18 ‘Tirrena Inferiore’ tra il km.71+800 ed il km.76+800 per un tempo stimato di lavoro di circa 8-12 ore.
E’ terminata alle 13:03 la prima fase delle operazioni di bonifica. Gli artificieri del 21° Reggimento Guastatori di Caserta hanno iniziato la seconda fase, nel corso della quale verrà svuotato l’ordigno. L’intervento dovrebbe terminare tra le 19 e le 20.
Nel frattempo Anas, Polizia Stradale e Prefettura di Salerno stanno predisponendo misure aggiuntive per fronteggiare il traffico venutosi a creare sull’autostrada A2 del Mediterraneo.

Una donna di 86 anni è morta, probabilmente in seguito ad un arresto cardiaco, nel centro di accoglienza allestito nell’istituto scolastico “Sandro Penna” di Battipaglia: la signora era una delle 36mila persone che stamani hanno dovuto lasciare la propria abitazione per consentire le operazioni di bonifica del residuato bellico. Per la donna non c’è stato nulla da fare nonostante il pronto intervento dei medici rianimatori presenti nella struttura di accoglienza.
L’anziana era probabilmente affetta da cardiopatia e da broncopneumopatia cronica ostruttiva, ed era in ossigenoterapia.