Previsioni Meteo: ottobre al via con correnti fredde da Nord e tempo instabile [DETTAGLI e MAPPE]

Previsioni Meteo: svolta con l'avvento di ottobre. L'alta pressione prediligerebbe l'Ovest Europa permettendo la discesa di primi nuclei freddi

MeteoWeb

E’ da diversi giorni che le simulazioni modellistiche sul medio-lungo periodo propongono scenari più propriamente autunnali, proprio in corrispondenza dell’avvio del mese di ottobre.  Già in questa seconda metà di settembre stiamo vivendo e vivremo delle fasi instabili irregolari, a tratti anche con pesante maltempo, tuttavia  alternate a altre più tranquille e calde. Esse sono tipiche del passaggio stagionale, dall’estate che si avvia all’epilogo, malgrado colpi di impeto finali e, invece,  l’autunno che avanza.

Ma, volgendo lo sguardo a più lungo termine, sulla base di indagini teleconnettive, traspaiono segnali via via sempre più incisivi in senso autunnale. Le maggiori indicazioni verso una fase stagionale che avanzerebbe inesorabile vengono dalla prevalenza, nelle simulazioni, di anomalie bariche positive via via addensate lungo i meridiani occidentali del continente. Questi segnali, derivanti da una predisposizione termica oceanica più favorevole a promontori euro-atlantici, nonché da un getto subpolare più pigro in sede atlantica e più vivace sulla terraferma continentale, sarebbero tutti direzionati verso l’avvento di correnti via via settentrionali e anche più fredde proprio con l’ingresso del nuovo mese.

Secondo la disposizione barica prevalente nelle simulazioni, il flusso di correnti settentrionali porterebbe diversi fronti instabili, seppure alternati a qualche momento anticiclonico, su buona parte dell’Italia. Nell’immagine fenomeni abbiamo evidenziato le possibili aree interessate maggiormente dalle precipitazioni.

A fasi alterne, nel periodo compreso dall’1 al 5 ottobre, piogge sparse e locali temporali potrebbero riguardare buona parte delle regioni, tuttavia maggiormente esposte alle correnti da Nord sarebbero le aree di Nordest e quelle del medio-basso Adriatico dove, quindi, le piogge sarebbero più intense. Sotto l’aspetto termico, si configurerebbero valori rientranti nelle medie stagionali un po’ ovunque, ma anche valori inferiori, soprattutto sulle aree appenniniche e interne delle due isole maggiori. Possibili valori leggermente sopra la media solo sui settori alpini e prealpini sotto vento alle correnti settentrionali.

Ulteriori dettagli sulla tendenza per i primi di ottobre, nei nostri periodici editoriali sul medio-lungo periodo.