Previsioni Meteo weekend: alta pressione con tanto sole e clima estivo. Ecco dove farà più caldo [MAPPE]

Previsioni meteo: l'alta pressione si impossessa del Mediterraneo centrale e dell'Italia. Torna l'estate su molte regioni, con massime fino a 34°C

MeteoWeb

Sempre più alta pressione e sempre più caldo in questo fine settimana. Il fronte stabilizzante subtropicale è costretto a espandersi e a consolidarsi sul bacino centrale del Mediterraneo, a causa di una doppia azione instabile, una a Ovest una a Est, segnatamente sulla Penisola Iberica e sull’area ellenica centro orientale-turca. Nel primo caso si tratta di un vortice semi-stazionario che tanto maltempo sta portando da diversi giorni sulla Spagna e che, a più largo giro rispetto al centro vorticoso, finisce con il traghettando letteralmente correnti asciutte e calde dall’entroterra algerino-tunisino proprio verso l’Italia; nel secondo caso, di un’altra area depressionaria in azione a Sud Ovest della Turchia, che funge da freno a una possibile migrazione orientale dell’alta pressione, imponendo una circolazione antioraria. Struttura anticiclonica sostanzialmente “braccata” sui meridiani italiani e centrali mediterranei, con persistenza ancora per alcuni giorni, almeno altri 3/4, all’insegna del sole e del clima caldo, estivo.

Sono scongiurate, quindi, le piogge e anche le nubi, se non queste localizzate in Appennino e al Sud, qualcuna più intensa sulla Sardegna e sui settori alpini e prealpini, ma senza fenomeni associati o qualche raro scroscio di pioggia su Alpi e Prealpi. Va segnalata, invece, una ventilazione settentrionale o orientale piuttosto sostenuta sul basso Adriatico, sullo Ionio, sul Canale di Sardegna e localmente anche su alto Tirreno, Toscana e alto Adriatico, in corrispondenza dei simboli. Ma l’elemento di spicco per i prossimi 3/4 giorni sarà il caldo, vediamo, quindi, dove un redivivo flusso caldo nordafricano potrà farsi sentire di più.

Intanto va detto che i massimi di alta pressione si esprimeranno soprattutto sulle aree centrali del bacino in corrispondenza, più o meno, delle nostre isole maggiori e delle aree tirreniche. Geo-potenziali un po’ meno pressanti sui settori centro-orientali e poi in crisi su quelli più a Est dove, abbiamo detto, è in azione una bassa pressione turca. Di conseguenza, i settori italiani che potranno essere esposti a una maggiore “calura” saranno senz’altro quelli tirrenici in genere, specie aree pianeggianti interne centrali, e quelli sardi. Su queste aree, potranno aversi le temperature massime più calde, espresse nella scala di colori arancio-rosso, che potranno variare mediamente tra i +28°C e +32°C tra Toscana, Umbria, Lazio e aree interne sarde, ma fino a punte di +34°C o localmente oltre.

Naturalmente farà caldo sopra norma un po’ ovunque, magari leggermente meno sugli altri settori, con temperature massime che potranno raggiungere i +30/+32°C anche sulle aree interne della Campania settentrionale, specie del Casertano e Ovest Beneventano, sui settori tra Est Lucania e Ovest Puglia e sulle aree interne della Sicilia. Temperature massime frequentemente sui +27°C/+30°C anche su alcune pianure del Nord, soprattutto centrali piemontesi e tra bassa Lombardia, Centro Est Emilia-Romagna e Sud Veneto, e su alcune aree calabresi settentrionali, specie del Cosentino. Sul resto delle pianure, temperature massime mediamente comprese tra +24°C/+28°C, salvo valori inferiori sulla Liguria e sulla Venezia Giulia.