Ig Nobel 2019, tanti italiani in corsa per i premi alla scienza improbabile

Tutte le novità e le caratteristiche del premio nobel per le scienze improbabili, che fanno "ridere e riflettere" riguardo tematiche importanti

MeteoWeb

Tra pochissime ore si alzerà il sipario sugli Ig nobel 2019, i premi che vengono assegnati a chi adopera forme di scienza improbabile e chi compie ricerche capaci di far “ridere, ma riflettere”, così come preannunciano gli organizzatori dell’evento, redattori della rivista “Annals of Improbable Research“. La cerimonia è stata finanziata da associazioni di Fantascienza e degli studenti di Fisica dell’Università di Harvard e il tema di quest’edizione riguarda “L’abitudine”, alla quale è ispirata la colonna sonora dell’intera serata. I vincitori non saranno resi noti a breve, ma si sa che saranno dieci in totale e i loro nomi e le loro ricerche verranno resi noti soltanto dopo la mezzanotte italiana, ovvero al principio della cerimonia nel Teatro Sanders dell’Università di Harvard. Inoltre, gli spettatori saranno migliaia e il pubblico del web non mancherà, seguendo la diretta sul sito. La tradizione della consegna dei premi verrà rispettata e dunque ci saranno ben  tre Nobel autentici: Eric Maskin, premiato per l’Economia nel 2007, Rich Roberts, premiato per la Medicina nel 1993 e Jerry Friedman, premiato per la Fisica nel 1990.

Essenziale è anche la presenza degli esperti di acustica Kazutaka Kurihawa e Koji Tsukada, che nel 2012 avevano creato una macchina per fermare i chiacchieroni. Una delle notizie più attese e sperate è quella di avere eventuali nomi italiani tra i vincitori, considerando che nelle passate edizioni non erano mancare ricerche improbabili made in Italy, con la doppia vittoria del 2014 con l’Ig Nobel per l’Economia assegnato all‘Istat e quello per l’arte, conferito a tre studiosi dell’Universita’ di Bari che avevano constatato il potere antidolorifico dell’arte. Insomma, un vero e proprio evento che si svolgerà sotto gli occhi di tutti, con un estremo riscontro da parte del pubblico.