La salute della bocca nei pazienti della terza età: “I problemi che riscontriamo oggi derivano dall’assenza di prevenzione”

"Le patologie che si oggi riscontriamo nei pazienti della terza età derivano in larga parte dall’assenza di prevenzione", sostiene la Dott.ssa Vitale

MeteoWeb

Le giornate della salute” sono giunte al decimo appuntamento. L’iniziativa di prevenzione rivolta alla terza età, promossa dalla dr.ssa Daria Caminiti, medico-chirurgo specialista in otorinolaringoiatria ed esperta in allergologia, ed organizzata nei locali della Casa di Soggiorno per Anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina, sta riscuotendo una notevole partecipazione da parte della cittadinanza. «I cittadini taorminesi ma anche dei centri limitrofi – ha evidenziato la dr.ssa Daria Caminiti – hanno risposto positivamente a queste giornate di  prevenzione dedicate alle patologie che interessano da vicino i meno giovani. Ma non solo, ha visto anche l’entusiastica adesione di tanti specialisti che hanno messo a disposizione la loro professionalità e il loro tempo, dei volontari dell’associazione Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni oltre che di numerose amministrazioni locali. La decima giornata ha visto impegnati una parte degli specialisti dell’equipe del Centro Siciliano Acufene e del Gruppo Medicina del Sonno a dimostrazione che la collaborazione tra professionisti dà sempre ottimi risultati in ogni ambito medico».

Il decimo appuntamento delle “Giornate della salute” è stato dedicato alla prevenzione in ambito odontoiatrico e gnatologico, e di conseguenza anche osteopatico e posturologico. La dr.ssa Crisitina Vitale, specialista in ortognatodonzia, con il supporto dell’osteopata Gianluca Barca e della posturometrista Angela Toscano, ha valutato i pazienti con problematiche ortodontiche che in alcuni casi presentavano anche malocclusioni e disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare. «Le patologie che si oggi riscontriamo nei pazienti della terza età – ha spiegato la dr.ssa Cristina Vitale –derivano in larga parte dall’assenza di prevenzione. Sessant’anni fa non c’era un’attenzione particolare alla cura della bocca, di conseguenza oggi questi pazienti presentano l’assenza di molti elementi dentari. La mancanza dei denti crea dei disturbi al corretto funzionamento dell’articolazione temporo-mandibolare con un alterazione delle funzioni masticatorie e fonatorie. Considerando il paziente nella sua globalità, queste problematiche nella cavità orale si ripercuotono anche sulla postura, per questo è importante un approccio multidisciplinare che vede la collaborazione tra odontoiatra, gnatologo, osteopata e posturometrista. Per evitare l’insorgenza di queste patologie in età adulta bisogna cominciare a prendersi cura dei denti fin da bambini».

Il trattamento dei disordini temporo-mandibolari è complesso e richiede spesso la collaborazione di altre figure professionali, tra cui ortodontisti, osteopati e posturometristi che collaborano con lo gnatologo. «L’osteopata lavora spesso in sinergia con l’ortognatodontista – sottolinea il dr. Gianluca Barca – in quanto qualsiasi intervento che riguarda l’occlusione dentale comporta come conseguenza un adeguamento posturale. La mandibola è un importante recettore del sistema posturale e quando si trova in disfunzione può avere ripercussioni su tutto l’apparato stomatognatico. Nei pazienti della terza età l’osteopata può essere di grande aiuto per migliorare la mobilità, per cercare di  ridurre e gestire la fase infiammatoria e il dolore e per limitare l’assunzione di farmaci».  Nella diagnosi l’ortognatodontista si avvale anche del posturometrista per valutare eventuali squilibri posturologici e stabilometrici nei pazienti affetti da malocclusioni e disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare. «La pedana posturo-stabilometrica – spiega la dr.ssa Angela Toscano –  permette il rilevamento e l’analisi delle condizioni posturali del paziente in modo non invasivo. I dati raccolti serviranno allo specialista per programmare un percorso terapeutico adeguato alle esigenze del paziente in base alla patologia riscontrata».

Il prossimo appuntamento con le “Giornate della Salute” è previsto per sabato  26 ottobre e sarà dedicato alla prevenzione in ambito nefrologico e cardiologico mediante valutazione clinica e laboratoristica del rene e del cuore. A partire dalle 8.30 nei locali della Casa di Soggiorno per Anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina il dr. Gaetano Montalto, specialista in nefrologia, e il dr. Giuseppe Cinnirella, specialista in cardiologia, effettueranno screening e controlli gratuiti rivolti soprattutto alla terza età.

Le Giornate della Salute hanno ottenuto il patrocinio della Fraternita Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni e dei comuni di Taormina, Antillo, Castelmola, Francavilla di Sicilia, Gaggi, Gallodoro, Giardini Naxos, Graniti, Forza d’Agrò, Letojanni, Mojo Alcantara, Mongiuffi Melia, Randazzo, Roccella Valdemone, San Teodoro, Santa Teresa di Riva e Sant’Alessio Siculo. Media partner delle “Giornate della Salute” è la Maurfix Srl, agenzia di comunicazione e strategia digitale di Roma, con sede operativa anche a Taormina