Allerta Meteo, primo Weekend di Novembre critico: allarme alluvione per Domenica 3 in gran parte d’Italia

Allerta Meteo: domenica di pesante maltempo per l'azione di un insidioso cavo atlantico. Ingenti quantitativi di pioggia. Ecco una evoluzione regione per regione

MeteoWeb

Allerta Meteo – Conferme per una forte fase di maltempo nel corso del primo weekend di novembre. Proprio per domenica 3, è atteso l’affondo verso il medio-alto Tirreno di  un insidioso cavo depressionario atlantico, con un’avvezione di vorticità significativa. Con esso farebbe ingresso aria più fredda alle quote medie atmosferiche con particolare esaltazione dei moti ascendenti verticali, grazie anche alla superficie marittima ancora piuttosto calda e significativa differenza termica quota-suolo. Per di più, il cavo instabile evolverebbe molto lentamente verso Est, mantenendo un’azione perturbata per molte ore in corrispondenza dell’Italia, stante un moderato campo di alta pressione sull’Est Europa che ne impedirebbe il decorso verso l’ex Jugoslavia.

Insomma, condizioni bariche per una fase di forte maltempo che colpirebbe molte regioni italiane. Ma vediamo, in questo editoriale, proprio le conseguenze in termini di piogge e quantitativi sulle varie regioni considerando, naturalmente, che l’incidenza del maltempo sarà, come è ovvio, variegato e che su alcune colpirà intensamente, su diverse altre meno.

Intanto, la nostra prima proiezione per Domenica 3 Novembre:

I dettagli Regione per Regione

Valle d’Aosta:

Precipitazioni moderate a tratti forti. Media dei millimetri di accumulo stimati 20/40, con accumuli maggiori, quindi 30/40 mm, sui settori occidentali. Nevicate sulle Alpi mediamente intorno ai 1800/2000 m, con possibili accumuli intorno ai 10/20 cm a queste quote, ma localmente fino a 30 e passa cm sui rilievi più a Ovest. Comparsa della neve fino a 1500/1600 m, seppure con imbiancate o qualche centimetro.

Piemonte

Media degli accumuli sui settori montuosi tra 20 e 40 millimetri, mediamente 5/15 mm sulle aree pianeggianti. Nevicate mediamente intorno ai 1800/2000 m, con accumuli stimabili sui 10/15 cm.

Liguria

Media degli accumuli tra 20 e 40 millimetri sulle aree centrali e occidentali, 60/70 mm fra Est Genovese e la provincia di La Spezia. Ma attenzione perchè localmente tra Genovese e Spezzino, saranno possibili accumuli anche sui 90/100 mm. Rischio criticità medio-alto sui settori di Levante.

Lombardia

Stima degli accumuli variabile tra 10 e 30 millimetri sui settori centro-meridionali, da 30 e fino a 70 mm sulle aree centro-settentrionali, in particolare sui settori alpini, prealpini e località pianeggianti a essi prossimi. Nevicate su Alpi e Prealpi intorno ai 2000 m con accumuli stimabili mediamente tra 15 e 30 cm, ma localmente fino a 40 e oltre cm. Rischio criticità moderato sui settori centro-settentrionali.

Trentino-Alto Adige

Stima accumuli tra 10 e 30 millimetri sui settori centro-meridionali, media tra 30 e 70 mm sulle aree centro-settentrionali, ma accumuli localmente sui 100 mm o persino 150 mm sui settori nordorientali. Nevicate su Alpi e Prealpi intorno ai 2000/2300 m con accumuli stimabili mediamente tra 15 e 30 cm, ma localmente fino a 40/50 e oltre cm. Rischio criticità medio alto sui settori centro-settentrionali, specie di Nordest e centro orientali.

Veneto

Media degli accumuli tra 20 e 40 millimetri sui settori alpini e prealpini, localmente anche oltre, fino a 50 mm sulle Dolomiti e sulle Prealpi vicentine. Media di millimetri tra 5 e 15 altrove. Nevicate su Alpi e Prealpi intorno ai 2000/2200 m con accumuli stimabili mediamente tra 15 e 30 cm, ma localmente fino a 40 e oltre cm. Rischio criticità debole-moderato sui settori centro-settentrionali.

Emilia-Romagna

Media gli accumuli tra 10 e 30 millimetri sul Piacentino e sui settori appenninici centro-occidentali, localmente fino a 40 mm sugli Appennini ai confini con la Liguria. Millimetri tra 2 e 10 altrove.

Toscana

Media degli accumuli tra 10 e 30 millimetri, fino a 40 mm tra Senese e Grossetano e tra Massa, Carrara e Nord Livornese. Sulle province di Massa-Carrara, possibili accumuli anche superiori, fino a 50 mm verso i confini con lo Spezzino. Rischio criticità moderato sui settori nordoccidentali e tra Grossetano e Senese.

Marche

Media precipitazioni tra 5 e 15 millimetri, anche verso i 20 mm sui confini con l’Umbria.

Umbria

Stima media delle precipitazioni tra 10 e 30 millimetri, ma anche punte di 40/50 mm o persino 60 mm sulla provincia di Terni; punte di 40/50 mm anche sui settori centro-occidentali del Perugino. Rischio criticità moderato.

Abruzzo

Media precipitazioni tra 15 e 40 millimetri sui settori interni appenninici. Possibili punte fino a 60/70 mm ai confini con il Frusinate. Media tra 2 e 10 millimetri sulle aree centro orientali, millimetri inferiori verso le coste, qui con precipitazioni anche localmente assenti.

Lazio

Media precipitazioni tra 30 e 50 millimetri. Diffuse aree con possibili punte verso 80/90 mm, persino 100 mm, soprattutto sui settori centro-meridionali occidentali, in particolare sulla provincia di Latina e sulle aree interne del Frusinate, ai confini con l’Abruzzo. Rischio criticità medio-alto. Possibili 40/60 mm anche su Roma con rischio criticità per allagamenti.

Campania

Media delle precipitazioni tra 8 e 30 millimetri sulle aree orientali e di Nordest;  stima media delle precipitazioni tra 40 e 80 mm sulle aree centro-occidentali, ma punte anche di 100 mm sul Casertano, localmente sul Napoletano, fino a 150 mm sul Nordovest Salernitano. Rischio criticità medio-alto a Ovest.

Molise

Stima accumuli tra 20 e 40 mm sull’Isernino, ma fino a punte di 50/60 mm sui settori appenninici ai confini con il Frusinate e con il Casertano. Media tra 2 e 10 millimetri altrove.

Puglia

Media accumuli tra 2 e 8 mm, localmente fino a 10/15 mm sui settori appenninici della Daunia, ai confini con l’Avellinese, e anche sui settori ionici del Salento. Possibili fenomeni localmente anche assenti sul Tavoliere, su diverse altre aree del Foggiano e su alcune aree tra Tarantino, Brindisino e Leccese.

Basilicata

Media accumuli tra 10 e 30 millimetri sugli estremi settori occidentali ai confini con il Salernitano e con il Cosentino. 2/10 mm altrove, anche localmente assenti su Materano.

Calabria

Generalmente scarse precipitazioni, in diversi casi assenti o 2/5 mm. Area con possibili millimetri superiori, da 5 e fino a 15, sul Nordovest Cosentino; tra 5 e 7 mm possibili localmente anche sugli estremi settori costieri ionici del Reggino meridionale.

Sicilia

Media di 10/30 mm sulle aree occidentali meridionali, segnatamente tra Trapanese, Agrigentino, Ragusano e localmente Ennese meridionale; media tra 2 e 8 mm altrove, ma precipitazioni anche in diversi casi assenti sul Messinese centro-occidentale e coste settentrionali.

Sardegna

Media tra 30 e 40 mm sui settori occidentali, ma diverse punte sui 50/70 mm sulle coste tra Oristanese, Medio Campidano e Sulcis, fino a 80 e passa mm localmente; occasionalmente 60/70 mm anche su Sud Ovest Sassarese. Medi di 5/15 mm altrove, millimetri inferiori su coste orientali, qui anche assenti su diverse aree. Rischio criticità medio-alto a Ovest.

Per monitorare la situazione, ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: