Conto alla rovescia per la Notte della Luna

Sin da tempi immemori, l’uomo è stato affascinato dalla misteriosa Luna, cercando di scorgere, nel suo crescere e calare, influssi e significati profondi

MeteoWeb

Il 5 ottobre è in programma l’International Observe the Moon Night (InOMN), l’iniziativa mondiale promossa dalla NASA per incoraggiare l’osservazione del nostro satellite.
Migliaia gli eventi organizzati nel mondo, quest’anno dedicati alla missione Apollo 11, a 50 anni dall’allunaggio.

La Notte della Luna è nata nel 2010, “sull’onda dell’entusiasmo e del successo generato dall’ingresso in orbita lunare di due nostre missioni: Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) e Lunar Crater Observation and Sensing Satellite (LCROSS)“, ha spiegato l’Agenzia spaziale statunitense.

L’International Observe the Moon Night è un’iniziativa che coinvolge, a livello mondiale, istituzioni, ricercatori e appassionati e rappresenta un invito per “tutti gli abitanti della Terra a osservare la Luna, imparare curiosità sul suo conto e celebrare le connessioni culturali e personali che tutti abbiamo con il vicino più prossimo al nostro pianeta”.
Non solo scienza, dunque, dato che la Luna, oltre ad essere un oggetto da studiare, è da millenni presenza costante nella storia dell’uomo e della nostra quotidianità: non un semplice corpo celeste ma una presenza trasversale nell’arte, nella letteratura, in ambito culturale e della scansione del tempo.

Sin da tempi immemori, l’uomo è stato affascinato dalla misteriosa Luna, cercando di scorgere, nel suo crescere e calare, influssi e significati più profondi. C’è chi la ritiene paladina del buon vino, chi padrona dei raccolti, ma si tratta di miti che affondano le radici nel lontano passato, in cui i ritmi agricoli erano scanditi da quelli naturali, miti che, con l’avvento dei metodi di coltivazione moderna, non hanno più ragion d’essere.