Le inondazioni riducono alla fame 2 milioni di persone nel Corno d’Africa

L'ONU sta intensificando l'aiuto alle popolazioni colpite dalle inondazioni nel Corno d'Africa

MeteoWeb

L’ufficio degli Affari umanitari delle Nazioni Unite ha lanciato l’allarme: oltre 2 milioni di persone in Etiopia, Sudan del Sud, Somalia sono ridotte alla fame a causa delle intense precipitazioni che nell’ultimo mese hanno genrato gravi inondazioni.
Dopo mesi di siccità che ha lasciato milioni di persone senza mezzi di sussistenza e bisognose di aiuto umanitario le popolazioni del Corno d’Africa ora si confrontano con piogge alluvionali.
L’innalzamento del livello dei fiumi Juba e Shabelle ha innescato inondazioni gravi in Somalia, in Sudan del Sud le inondazioni stagionali hanno coinvolto oltre 900mila persone.

In considerazione della situazione, l’ONU sta intensificando l’aiuto alle popolazioni colpite fornendo acqua, cibo, riparo, assistenza sanitaria e altri servizi vitali, ma urgono finanziamenti supplementari.