Nadia Toffa: “Berlusconi mi ha dato la sua stanza privata in ospedale e mi ha mandato l’elicottero. Perché?”

"Io non l'ho mai votata, non l'ho mai incontrata, non sono la miglior conduttrice di Mediaset, dunque perché mi ha voluto così bene da mandarmi un elicottero da Trieste al San Raffaele?"

MeteoWeb

Il video mandato in onda da Le Iene lo scorso martedì 1 ottobre, nel quale Nadia Toffa esprimeva la volontà di incontrare, davanti alle telecamere, alcune delle persone più importanti della propria vita è diventato virale. Sviscerato e riproposto dai giornali di tutto il Paese, esprime tutta la tristezza seguita alla morte di Nadia e il suo contrasto con la voglia di vivere, di sapere e di conoscere che era caratteristica peculiare della giornalista di Mediaset.

Tra le persone che Nadia voleva incontrare, però, non ci sono solo familiari e amici, ma anche un personaggio ben noto e che lei non aveva mai incontrato, almeno fino a quel momento: Silvio Berlusconi.

Io non l’ho mai conosciuto – diceva Nadia al collega –. Avrei delle curiosità da chiedergli. Non è mio amico, però diciamo che provo molta gratitudine per lui. Perché lui è la persona che ha fatto partire l’elicottero da Trieste quando sono stata male il 2 dicembre e mi ha fatto arrivare al San Raffaele. In azienda tutti mi dicono che chiede di me, come sto, è sinceramente preoccupato per me, umanamente preoccupato, e quindi mi piacerebbe ringraziarlo, innanzitutto, e poi conoscerlo“.

Qual è la prima domanda che gli faresti“, chiede a quel punto il collega a Nadia Toffa, e lei risponde: “Io non l’ho mai votata, non l’ho mai incontrata, non sono la miglior conduttrice di Mediaset, dunque perché ci tiene così tanto a me? Perché mi ha voluto così bene da mandarmi un elicottero da Trieste al San Raffaele?“. Silvio Berlusconi, infatti, oltre a fornire l’elicottero per Nadia, le aveva anche messo a disposizione la sua stanza privata nell’ospedale milanese. “Mi aveva anche telefonato – ironizza alla fine Nadia –, ma mi sembrava il suo imitatore“.

Fatti dare il numero vediamo se ci risponde” conclude il collega dietro alla telecamere. Nadia lo osserva e annuisce. Le riprese degli incontri avuti dalla giornalista con le persone che ha voluto vedere, andranno in onda nei giorni intorno al Natale, come hanno annunciato da Le Iene. Per ora è troppo doloroso fare montaggi e lavorare sulle ultime riprese che immortalano la sfortunata Nadia.