Previsioni Meteo, attenzione alla prossima settimana: forte maltempo e freddo intenso tra 6 e 8 Ottobre [MAPPE]

Previsioni Meteo: avvio di ottobre spesso perturbato. Anticiclone troppo defilato a Ovest e Italia esposta alle perturbazioni nordatlantiche

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Atmosfera decisamente movimentata nei prossimi giorni a causa di un anticiclone oceanico molto più defilato a Ovest e Italia molto più scoperta rispetto agli attacchi instabili nordatlantici o nordeuropei. Nella sostanza, andrebbe già da subito concretizzandosi il trend prospettato in un precedente editoriale sulla tendenza mensile, trend che vedrebbe, per ottobre,  una circolazione barica prevalente di tipo meridiano sul continente con ondulazione del getto proprio a ridosso dei meridiani centrali europee e, quindi, su quelli coincidenti con il territorio italiano. Non un maltempo continuo, certamente vanno computate giornate più stabili e soleggiate che si configurerebbero come inter-cicloniche all’insegna del tempo più asciutto e anche più soleggiato, ma i fastidi sarebbero frequenti e, nelle fasi crude dell’azione vorticosa, i fenomeni potrebbero essere anche localmente forti o violenti. Vaglieremo in questa sede, un secondo attacco perturbato all’Italia previsto nella prima parte della prossima settimana, dopo 1/2 giorni di tempo relativamente migliore in via generale coincidenti con il weekend prossimo.  Vediamo i dettagli.

Previsioni Meteo per il weekend: miglioramento, ma fastidi ancora tra il 5 e il 6 ottobre

Intanto va detto che dopo l’azione del primo vortice perturbato, computata nelle prossime ore e fino al 4 ottobre, è attesa una fase di un paio di giorni circa, con tempo relativamente migliore su buona parte del Paese, grazie ad un moderato recupero dell’alta pressione da Ovest.  Miglioramento, però, relativo in quanto, benché con pressione in aumento, rimarrebbero deboli vorticità positive alle medie quote atmosferiche le quali, in un contesto di circolazione settentrionale, porterebbero ancora addensamenti associati a locali rovesci, in particolare sull’alto Adriatico, sulla Puglia, soprattutto sul basso Tirreno, specie tra Campania, Calabria tirrenica e meridionale e Sicilia settentrionale, specie di Nordest. Addensamenti e qualche fenomeno anche sui settori alpini, specie centro-orientali.

Già nel corso della sera di domenica 6, i primi fronti legati al nuovo sistema perturbato inizierebbero ad abbordare il Nord Italia, arrecando una intensificazione delle nubi piuttosto diffusa, con rovesci e temporali più estesi e forti sui settori alpini, prealpini e verso il Nordest. Possibile maltempo già dalla sera di domenica sul Friuli-Venezia Giulia.

 

Previsioni Meteo: clou del maltempo per lunedì 7

La fase più perturbata è attesa per lunedì 7, quando il vortice a tutte le quote dovrebbe penetrare nel Mediterraneo e attivare una forte circolazione ciclonica con via vai di fronti anche intensi diretti soprattutto verso il medio-basso Adriatico, poi settori appenninici centro-meridionali e Sud in genere. Concentrazione del maltempo nel corso della giornata sulle regioni meridionali, con condizioni cicloniche anche per precipitazioni forti o violenti tra Campania, Lucania, Puglia e Calabria tirrenica.  Piogge fino a sera al Sud, ma via via più irregolari sui settori peninsulari, in intensificazione sul Nord della Sicilia e sulla Calabria tirrenica meridionale. Nel corso della mattinata di lunedì, piogge ancora su Alpi e Prealpi un po’ tutte, e locali temporali sul Nordest della Sicilia, sulla Calabria ionica, Crotonese.  Tempo più stabile sul resto del territorio.

Previsioni Meteo: piogge residue martedì 8 e instabilità irregolare a seguire

Per martedì 8, il grosso del maltempo evolverebbe verso lo Ionio e la Grecia, Sudest Europa, rimarrebbero ancora nubi irregolari con qualche residuo rovescio sulla Sicilia, sulla Calabria ionica e addensamenti più consistenti con piogge più diffuse sui settori alpini. Altrove tempo in generale miglioramento, ma temporaneo.

La circolazione generale, infatti, rimarrebbe impostata secondo i meridiani, quindi correnti Nord/Sud, talora con infiltrazioni più fresche settentrionali e altro rischio di instabilità in via generale su tutto il Paese, probabilmente per alcuni giorni a seguire, seppure instabilità non legata ad attività ciclonica e, quindi, più irregolare e magari anche più debole e localizzata.

Previsioni Meteo: le nevicate

La fase più propensa per la neve a quote interessanti, potrebbe accadere nella notte tra domenica e lunedì o anche nella tarda serata di domenica. In questa fase, potrebbero entrare le termiche più fredde sui settori alpini con rischio di nevicate che potrebbero scendere fino a 1200/1300 m o anche 1100 m occasionalmente. Attesi accumuli più significativi intorno ai 1500 m, soprattutto sull’Alto Adige, alta Lombardia e localmente sulla Valle d’Aosta. Locali primi fiocchi nel corso della giornata di lunedì anche in Appennino, fin verso i 1700/1800 m, occasionalmente anche più in basso, soprattutto sui rilievi abruzzesi più settentrionali.

Previsioni Meteo: la temperatura

Dopo un aumento temporaneo nel corso del weekend, la tendenza è per un nuovo calo progressivo in coincidenza con l’entrata del nuovo vortice atteso per inizio settimana prossima. Probabilmente l’insistenza di una circolazione meridiana, potrebbe determinare condizioni termiche sotto la media per gran parte della prossima settimana.