Protezione Civile: iniziato il test di evacuazione dei Campi Flegrei, simulazione in quattro Comuni

È cominciato alle 7.30 il test simulato di evacuazione per il rischio vulcanico nei Campi Flegrei, denominato "ExeFlegrei 2019"

MeteoWeb

È cominciato alle 7.30 il test simulato di evacuazione per il rischio vulcanico nei Campi Flegrei, denominato “ExeFlegrei 2019“. I volontari che hanno aderito alla campagna della Protezione Civile per la partecipazione alle prove simulate, hanno raggiunto i tre siti di raccolta in via Terracciano, piazza Capomazza e via Rosini da dove sono stati smistati al terminal bus di via Campana. Ad accoglierli personale della Protezione Civile e squadre di vigili urbani. I volontari hanno ricevuto informazioni sulla campagna nazionale di esercitazione della Protezione Civile “Io non rischio-Vulcano”. Pullman messi a disposizione dalla Regione Campania trasferiranno i partecipanti alla simulazione alla Stazione centrale di Napoli. Qui saranno accolti da una delegazione della Regione Lombardia, gemellata con Pozzuoli, e da un treno che dovrebbe condurli al Nord. Ciò, ovviamente, non accadrà. La simulazione si interromperà a questo punto ed i partecipanti ad “ExeFlegrei 2019” saranno riaccompagnati a casa. Il test si svolge secondo il piano redatto dalla Protezione Civile. Contemporaneamente a Monterusciello ed al Rione Toiano, quartieri di Pozzuoli, alle 9 sono stati aperti gazebo con personale che informa i cittadini sul rischio vulcanico e le modalità di evacuazione. L’esercitazione di Protezione Civile simulata è in corso anche negli altri tre Comuni flegrei: Bacoli, Monte di Procida e Quarto. Il punto di raccolta per questi comuni è fissato sul litorale domizio, nel territorio del Comune di Giugliano (Napoli). Il test simulato avrà termine alle 14.