Apocalisse a Venezia nella notte, acqua alta da record: raggiunti 187cm, piazza San Marco sommersa [FOTO e VIDEO]

Venezia, catastrofe acqua alta nella notte: raggiunti i 187cm, è record dall'alluvione del 1966. Situazione drammatica, danni gravissimi

  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Jesolo
    Jesolo
  • Grado
    Grado
  • Chioggia
    Chioggia
  • Chioggia
    Chioggia
  • Chioggia
    Chioggia
  • Chioggia
    Chioggia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
  • Venezia
    Venezia
/

Continua senza freno la crescita dell’acqua alta a Venezia: alle ore 22.50 la stazione di rilevamento della Punta della Salute ha registrato 187 centimetri sul medio mare. E’ la seconda misura della storia, dopo i 194cm dell’alluvione del 1966. Il Comune di Venezia si appresta a dichiarare lo stato di calamità. I veneziani stanno vivendo con paura e forte apprensione questo improvviso aggravamento del maltempo che rischia di avere fortissime ripercussioni sul centro storico. I veneziani stanno assistendo attoniti, dalle finestre di casa, o collegati al web, alla laguna che mano a mano è entrata nelle calli, nelle piazze, si prendeva i masegni e sommergeva ogni cosa. E la città è arrivata al collasso.

Il centro maree di Venezia ha nuovamente modificato al rialzo le stime della marea. La laguna ha subito infatti gli effetti di non previste raffiche di vento di scirocco da 100 chilometri orari. La marea è poi scesa velocemente: dopo il picco di 187 centimetri registrato alle 22.50, si è passati a 181 alle ore 23.00, cui è seguito un “salto” di 12 centimetri, a 169, alle 23.10. La protezione civile raccomanda “massima cautela“.

Venezia, le incredibili immagini dell’alta marea spinta dallo scirocco: acqua alta da record [VIDEO]

Venezia, l’alta marea invade la città: immagini sconvolgenti [VIDEO]

Venezia, acqua alta da record: piazza San Marco sommersa, le immagini notturne [VIDEO]

Venezia, acqua alta da record: raggiunti i 187cm nella notte [VIDEO]

Acqua alta a Venezia, allagata anche l’aula del consiglio regionale Veneto a palazzo Ferro Fini [VIDEO]

Venezia sommersa da un’acqua alta da record, situazione drammatica a palazzo Ferro Fini, sede del consiglio regionale del Veneto [VIDEO]

Venezia, alta marea eccezionale nella notte: città sommersa dall’acqua alta [VIDEO]

Venezia, immagini shock nella notte dell’acqua alta da record [VIDEO]

Venezia, dramma acqua alta nella notte: città sommersa dall’alta marea [VIDEO]

Venezia, acqua alta da record nella notte: situazione critica a Chioggia [VIDEO]

Acqua alta da record a Venezia, situazione drammatica a Chioggia [VIDEO]

Acqua alta a Venezia, le immagini da Grado nella notte [VIDEO]

Tutte le scuole di Venezia e delle isole resteranno chiuse domani, a causa dell’eccezionale alta marea che si è registrata in serata. Lo ha deciso il sindaco Luigi Brugnaro. “Stiamo affrontando, è una marea più che eccezionale – ha detto il primo cittadino – e siamo tutti mobilitati per gestire l’emergenza“.

Piazza San Marco è deserta e sommersa dall’acqua che continua a salire spinta da un fortissimo vento di scirocco. Attraversare l’area davanti alla basilica è impossibile anche con gli stivaloni. La piazza è percorsa solo da imbarcazioni della polizia municipale e da altre strutture della protezione civile. “Questo e’ un disastro, questa volta bisognera’ contare i danni“, ha detto il sindaco Brugnaro mentre effettuava il sopralluogo a San Marco. “Venezia continua a essere angustiata dalle acque alte eccezionali. L’anno scorso, quest’anno uguale“, ha detto visibilmente commosso il sindaco Brugnaro, in un filmato girato stasera in piazza San Marco e diffuso via social. “Chiediamo al governo di partecipare – prosegue Brugnaroe di capire a che livello e’ l’organizzazione del Mose, perche’ qui si rischia veramente di non farcela piu’. Domani chiederemo lo stato di calamita’. Chiediamo che ci diano una mano perche’ i costi sono tanti. Siamo qua che aspettiamo, purtroppo abbiamo raggiunto un nuovo record negativo“.

Abbiamo bisogno che tutti ci diano una mano, e bisogna essere tutti uniti per affrontare questi che sono evidentemente gli effetti dei cambiamenti climatici. Adesso il Mose si capisce che serve. Domani ci aspettiamo un nuovo picco, bisogna che la gente stia a casa”, ha detto il sindaco Brugnaro nel filmato diffuso sui social e girato a Piazza San Marco.

L’aula del consiglio regionale veneto, a palazzo Ferro Fini, dove i lavori si stavano prolungando in occasione della sessione di bilancio, e’ stata allagata dalla straordinaria mareggiata in corso. La seduta e’ stata quindi sospesa pochi minuti dopo le 23.

Nessun pericolo per navi e terminal ma grande apprensione per le persone“. Lo scrive su twitter il presidente del Porto di Venezia, Pino Musolino, dopo l’acqua alta eccezionale di stasera. “Situazione drammatica – aggiunge Musolinoanche casa mia allagata, stiamo monitorando l’evoluzione, @PortOfVenice situazione sotto controllo. Grazie a Guardia Costiera e a tutte le forze dell’ordine“.

La situazione è critica anche a Chioggia, Grado, Caorle (dov’è tracimato il rio Interno), Lignano, Jesolo.

Il Presidente del Veneto, Luca Zaia, ha attivato l’unita’ di crisi della Protezione civile regionale, dove sono operativi l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin e il direttore della Protezione civile regionale, Luca Soppelsa. Si stanno monitorando i danni provocati dall’eccezionale acqua alta a Venezia, con gravissime ripercussioni sull’intera laguna, ma si segnalano anche condizioni di allarme sull’intera costiera veneta, mentre preoccupa la situazione di alcuni fiumi, in particolare il Piave, perchè il mare non riceve. Sono stati attivati collegamenti con il Dipartimento della Protezione civile nazionale e con il Comando nazionale dei Vigili del Fuoco. Domani giungera’ alla sala operativa regionale, a Marghera, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.

Lo Speciale di MeteoWeb sulla tempesta: Maltempo, tutti i DATI del Ciclone Mediterraneo sull’Italia: raffiche di 190km/h e 300mm di pioggia, come un Uragano di 3ª Categoria! 

Il punto sulla situazione a Venezia dopo l’acqua alta eccezionale di stasera si terrà Mercoledì 13 Novembre, alle ore 12, in una conferenza stampa convocata nella sala operativa della Protezione Civile regionale, a Marghera (via Paolucci). Lo comunica la regione Veneto. All’incontro prenderanno parte il presidente della regione, Luca Zaia, il sindaco Luigi Brugnaro e il direttore del dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Intanto su MeteoWeb stiamo seguendo tutto il maltempo in diretta con uno speciale di Nowcasting: per monitorare la situazione, ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: